Un anno di Covid, l'ora del ricordo Inserto speciale de «L'Eco di Bergamo»

Un anno di Covid, l'ora del ricordo Inserto speciale de «L'Eco di Bergamo»
L'Eco di Bergamo INTERNO

La redazione de L’Eco ha poi ripercorso alcune delle tappe di quei giorni: la cronistoria di quanto accaduto dalla chiusura dell’ospedale di Alzano il 23 febbraio e nei mesi successivi, la situazione drammatica della Valle Seriana, il ricordo del grande sforzo di medici, infermieri, operatori sanitari di fronte alla diffusione incontrollata del virus

Un modo per fare memoria, per non dimenticare, per esprimere vicinanza e una preghiera per tutte quelle famiglie che hanno perso i loro cari. (L'Eco di Bergamo)

Su altri media

Il progetto“ Alma Mater”, in questa ottica, vuole dare un servizio di supporto e assistenza in parallelo al percorso clinico, diagnostico e terapeutico E’ quanto si legge in una nota di Fondazione Città Solidale onlus. (CatanzaroInforma)

Ma potremmo vedere anche altro su questo versante con il governo Draghi, benché il suo scopo immediato riguardi la gestione della pandemia e dell’economia. Le elezioni previste in primavera potrebbero slittare in autunno per il Covid, permettendo a Draghi fin lì una navigazione tranquilla. (L'Eco di Bergamo)

A questo link l'articolo. Ore 10.15 - Campagna vaccinale personale scolastico, somministrate 3200 dosi in tutto il Veneto La giornata in tempo reale con notizie di cronaca, attualità, economia, cultura, politica dalla città e dalla provincia. (PadovaOggi)

«In Commissione a Bruxelles promuovo identità e cultura europea»

Il ricordo dei nomi delle vittime innanzitutto, con la data del decesso in ogni paese della provincia. I nomi e le date del dolore bergamasco: «L’Eco di Bergamo» è in edicola oggi con un inserto speciale di 32 pagine in cui ripercorre i mesi più difficili della nostra provincia dal dopoguerra, quelli in cui Bergamo è diventata l’epicentro della pandemia mondiale. (L'Eco di Bergamo)

Un flash mob di protesta messo in atto dai lavoratori dello spettacolo per i quali il sipario è calato ormai da quasi un anno. Il flash mob di protesta messo in atto dai lavoratori dello spettacolo da Nord a Sud. (LaPresse)

Al termine di quell’incarico, cercai una nuova collocazione in ambito culturale, ma non parlando il fiammingo è stato difficile». Acquisita una certa esperienza, decisi di creare una nuova società per sostenere la promozione e la ricerca europea (L'Eco di Bergamo)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr