Vaccino covid: 791 mila dosi somministrate

Vaccino covid: 791 mila dosi somministrate
TgVerona SALUTE

In Veneto sono state vaccinate 80.440 persone su un totale di 116.900 dosi consegnate pari al 68,8%.

accino covid: 791 mila. dosi somministrate. A partire dal 27 dicembre ad oggi - dato registrato alle 22 di questa sera - sono state somministrate in Italia 791.734 dosi di vaccino contro il Covid, inoculate a 492.048 donne e 299.686 uomini.

Poi ci sono le persone di età compresa tra gli 80-89 anni che in 24.616 hanno ricevuto il vaccino, seguite da quelle tra i 70-79 anni che sono 20.255. (TgVerona)

Ne parlano anche altri giornali

Per evitare intoppi, il presidente dell’Ordine dei medici del cantone invita peraltro gli over 75 interessati a farsi vaccinare a non telefonare al medico di famiglia. Altri 250 studi medici dovrebbero ricevere 100 dosi del vaccino nel mese di febbraio. (Corriere del Ticino)

Anticipazioni per “Basta la Salute” del 13 gennaio alle 14.40 su Rai News: i vaccini anti-Covid. Su RaiNews24 torna “Basta la salute” con Gerardo D’Amico. Nell’appuntamento di mercoledì 13 Gennaio alle 14.40 e alle 20.40 con Basta la Salute, la trasmissione di sanità e benessere curata e condotta da Gerardo D’Amico su Rainews24, si parla di eventi avversi dei vaccini, quali sono realmente e quanto durano con Gennaro Ciliberto Presidente Fisv e Direttore Scientifico IFO-Regina Elena. (la-notizia.net)

Stamani è ricominciata la somministrazione delle ulteriori 390 dosi giunte al San Donato martedì mattina. Stamani le prime dosi di vaccino "Moderna" sono giunte all'Istituto Superiore di Sanità di Roma che si occuperà di smistare le varie dosi alle Asl e ospedali interessati da questa prima fornitura. (Qui News Arezzo)

Vaccino, Giansante (Asl): "Grande risposta, no a paura per reazioni" |

«Non ci sono cittadini da vaccinare prima o dopo, ma una strategia, che deve ridurre al minimo il rischio di interruzione dei servizi socio-sanitari. (QDM Notizie)

Covid in Indonesia: vaccinati prima i giovani. Le prime dosi infatti andranno, oltre che al personale sanitario, ai cittadini di età compresa tra i 18 e i 59 anni: “Non si tratta solo di economia ma di proteggere le persone, stiamo prendendo di mira coloro che potrebbero diffondere il virus e prima di tutto coloro che probabilmente hanno più possibilità di essere contagiati e di diffondere l’infezione” hanno spiegato le autorità locali. (L'Occhio)

L’ALA – “Siamo soddisfatti per come stanno procedendo le cose – ha detto a Laquilablog, Enrico Giansante, responsabile dell’Uoc Igiene Epidemiologia e Sanità pubblica della Asl Avezzano Sulmona L’Aquila -; oltre 3900 finora le dosi di vaccino anti Covid somministrate al personale sanitario”. (L'Aquila Blog)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr