Norvegia, exit poll: l'opposizione di sinistra verso la vittoria dopo otto anni di governo conservatore

Norvegia, exit poll: l'opposizione di sinistra verso la vittoria dopo otto anni di governo conservatore
La Repubblica ESTERI

volta a sinistra dopo otto anni di conservatori al potere in Norvegia, ma non è ancora chiaro se i laburisti vittoriosi governeranno in coalizione solo con altri partiti di centrosinistra contrari all'addio immediato al petrolio, come socialisti di sinistra o Centro (Agrari), oppure se per avere la governabilità dovranno aprire le porte della coalizione anche ai Verdi (Mpg) e ai comunisti (Rodt) i quali chiedono l'addio immediato al greggio e la svolta green radicale nel Paese europeo primo produttore di petrolio

(La Repubblica)

Se ne è parlato anche su altre testate

A Gahr Støre il compito di fare sintesi, ma per la prima volta dal 1959 il centro-sinistra sarà nello stesso momento alla guida di tutti e cinque i Paesi nordici “Come partito vincitore, ci assicureremo che la Norvegia abbia un nuovo governo e un nuovo corso. (EuNews)

MDG, in particolare, aveva condizionato il suo sostegno alla fine immediata dell'esplorazione petrolifera nel paese, il più grande esportatore di idrocarburi dell'Europa occidentale, un ultimatum respinto da Store. (tvsvizzera.it)

Grazie ai verdi è emersa la “oljeskam”, la vergogna del petrolio, un sentimento nascosto che viene alla luce. In Occupied l’incipit è lo stesso della realtà attuale: un premier eletto perché ha deciso la sospensione delle estrazioni. (Domani)

IN NORVEGIA HA VINTO LA SINISTRA… | Tg News 24

Così anche se porterà con sé al governo altri partiti desiderosi di coalizzarsi con lui, non dovrà subire i loro condizionamenti. Støre ha ottenuto una vittoria ben più ampia di quella che gli assegnavano le rilevazioni demoscopiche. (Corriere della Sera)

Il nuovo governo sarebbe capitanato dal leader laburista Jonas Gahr Stoere, in minoranza o con il sostegno di altri partiti di centro-sinistra, ponendo fine agli otto anni al potere della premier Erna Solberg. (Il Sole 24 ORE)

Sponsor by. Poalo Mieli sul Corriere della Sera parte dall’inaspettata vittoria della sinistra in Norvegia per passare alla possibile vittoria del socialdemocratico Scholz in Germania e così arrivare ai sondaggi che sono lusinghieri per il Pd in Italia alle prossime amministrative. (TGNEWS24)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr