Apple spiega come funziona la pubblicità che tutela la privacy

Apple spiega come funziona la pubblicità che tutela la privacy
macitynet.it SCIENZA E TECNOLOGIA

Le misure di protezione della privacy dei dati degli utenti e della trasparenza delle app, la pagina dedicata di Apple è qui, entreranno in funzione per tutti quando Apple rilascerà iOS 14.5, iPadOS 14.5 e tvOS 14.5 entro questa primavera.

Apple indica anche i due strumenti disponibili che inserzionisti e società possono impiegare con l’arrivo di iOS 14.5 per gestire e valutare le pubblicità che tutelano privacy e dati degli utenti. (macitynet.it)

Ne parlano anche altri media

Nel caso in cui, invece, l'articolo in permuta non dovesse avere un valore idoneo, sarà Apple a riciclarlo a costo zero Apple Trade In. Con l'opzione "Apple Trade In" l'azienda statunitense consente, al momento di acquistare un nuovo prodotto, di aggiungere in permuta un dispositivo già in possesso dell'utente. (Valdelsa.net)

Tra i dispositivi compatibili al momento troviamo due e-bike VanMoof, il localizzatore citato precedentemente di Chipolo e gli auricolari Belkin che verranno lanciati a giugno Non è chiaro se Apple abbia accantonato lo sviluppo dei tanto discussi AirTag, i quali dovrebbero consentire di tracciare accessori come chiavi e portafoglio sempre tramite l’app dov’é. (iTechMania)

E le aziende che li producono potranno aderire al "Find My Network Accessory Program", così che i dispositivi Apple possano memorizzarli e geolocalizzarli. “Ora, grazie al Find My Network Accessory Program, offriamo ad ancora più persone la possibilità di usufruire delle potenti funzioni di Dov’è, uno dei nostri servizi più amati". (la Repubblica)

Apple, ora l’app “Dov’è” rintraccia anche dispositivi prodotti da altre aziende

Apple ha infatti appena annunciato ufficialmente il lancio del supporto per l'utilizzo della sua rete Find My con accessori di terze parti. “Da oltre dieci anni, i nostri clienti si affidano a Dov’è per rintracciare dispositivi Apple smarriti o rubati senza mettere a rischio la loro privacy”, ha dichiarato Bob Borchers, Vice President Worldwide Product Marketing di Apple. (La Stampa)

Anche i prossimi Mac potrebbero includere il Face ID, anche se alcuni rapporti indicano che la funzione é in fase di test e non è pronto per un breve rilascio. Il rapporto fa anche menzione ad un modello di iPhone 13 con 1 TB di spazio di archiviazione, qualcosa che é stato precedentemente segnalato dagli analisti di WedBush (Tecnoandroid)

E le aziende che li producono potranno aderire al “Find My Network Accessory Program”, così che i dispositivi Apple possano memorizzarli e geolocalizzarli. Advertisements. “Dov’è” è un’app di sistema (in inglese “Find my”) che serve proprio a recuperare la posizione dei propri dispositivi e accessori, anche quelli smarriti. (Corriere Quotidiano)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr