Apple, ora l'app "Dov'è" rintraccia anche dispositivi prodotti da altre aziende

Apple, ora l'app Dov'è rintraccia anche dispositivi prodotti da altre aziende
la Repubblica SCIENZA E TECNOLOGIA

Insieme alla nuova "Dov'è", l'azienda di Cupertino ha presentato anche le novità tecnologiche per i produttori di circuiti che verranno divulgate nei prossimi mesi

“Ora, grazie al Find My Network Accessory Program, offriamo ad ancora più persone la possibilità di usufruire delle potenti funzioni di Dov’è, uno dei nostri servizi più amati".

E le aziende che li producono potranno aderire al "Find My Network Accessory Program", così che i dispositivi Apple possano memorizzarli e geolocalizzarli. (la Repubblica)

Ne parlano anche altre testate

La Mela ha fatto tre nomi: Belkin, Chipolo e VanMoof saranno i primi a usare la tecnologia per consentire l'individuazione dei rispettivi dispositivi. L'app Apple Dov'è aiuta a trovare i propri dispositivi col simbolo della mela e cercare i propri amici condividendo eventualmente a propria volta la posizione geografica. (IlSoftware.it)

La leggenda vuole che l’App Store di Apple sia un luogo sicuro, perlomeno più sicuro di quello di Google. Come detto, anche gli sviluppatori sono arrabbiati perché per farsi accettare un’app sullo store di Apple bisogna incrociare tutte le dita del corpo. (Tecnoandroid)

Spotify introdurrà la parola chiave per permettere l’attivazione dei comandi vocali senza mani su Android e Apple iOS. Secondo il sito web GSMARENA, Spotify sta lavorando per lanciare a breve (data non specificata) il proprio comando vocale per interagire senza mani con l’applicazione. (HwBrain)

iOS 15 offrirá un nuovo design ed il supporto a Face ID e Touch ID

Advertisements. “Dov’è” è un’app di sistema (in inglese “Find my”) che serve proprio a recuperare la posizione dei propri dispositivi e accessori, anche quelli smarriti. Il Find My Network Accessory Program è regolato da misure di privacy del tutto identiche a quelle che Apple impiega per i prodotti col suo brand. (Corriere Quotidiano)

Da oggi l’app diventerà ancora più utile grazie a un aggiornamento che le consentirà di rintracciare anche gli accessori di terze parti. Le Belkin Soundform Freedom sono le prime cuffie non-Apple compatibili con la rete di accessori Dov’è. (TuttoTech.net)

Anche i prossimi Mac potrebbero includere il Face ID, anche se alcuni rapporti indicano che la funzione é in fase di test e non è pronto per un breve rilascio. Sembra che iOS 15 presenterá un nuovo design del Centro di controllo ispirato a macOS 11 Big Sur. (Tecnoandroid)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr