Luxuria asfalta Pio e Amedeo

Luxuria asfalta Pio e Amedeo
Gayburg CULTURA E SPETTACOLO

E forse i due non sanno che Toni Brandi ha pubblicamente elogiato chi va giro con un cartello con scritto ‘W la fi**’

Pio e Amedeo si sono proposti come i due maschi di pelle bianca che vogliono spiegare alle minoranze come dovrebbero reagire a quegli insulti che loro non hanno mai subito sulla loro pelle.

Voi dite che non c’è bisogno del Pride, perché Amedeo non va in giro con un cartello con scritto ‘W la fi**’. (Gayburg)

Ne parlano anche altre fonti

Dopo la puntata di ieri sera, però, il pubblico si è diviso. Il duo comico ha riscosso un successo clamoroso nelle tre puntata andate in onda su Canale 5 del loro programma, Felicissima Sera. (Vesuvius.it)

Non ultimo una banalizzazione del limite tra ciò che può essere definito politicamente corretto e ciò può essere invece visto come una mancanza di rispetto. La gente ci vede in un determinato modo, non dire una cosa che possa essere fraintesa (Yahoo Notizie)

"E' vero anche che le parole devono essere contestualizzate: una parola è offensiva quando si vuole offendere. Quindi - conclude - ironia sì, diritto alla satira sì, ma attenzione: in contesti di omofobia non basta farsi una risata" | IL VIDEO (FoggiaToday)

Bianca Balti sbotta contro Pio e Amedeo, la modella su Instagram: “Ce l’avete piccolo”

Se dici “i neri devono stare a casa loro” è peggio di “neg*o, ti vengo a prendere e ci mangiamo una cosa insieme”. Un discorso sul politicamente corretto, senza peli sulla lingua, diventato però un autogol buttando “in caciara”, come si direbbe a Roma, argomenti sensibili. (Il Riformista)

Però l’ironia non basta purtroppo È vero che l’ironia è vero che è un vaccino contro il virus della stupidaggine. (Tv Fanpage)

Oltre a lei anche Aurora Ramazzotti, si era espressa con forza pubblicamente, criticando senza mezzi termini le parole dei due: Perciò Pio e Amedeo sono liberi di prendere se stessi in giro per il ca**o minuscolo che si ritrovano. (Tv Fanpage)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr