Riesplode il fronte ucraino. Truppe russe nel Donbass, Kiev teme l'invasione

Riesplode il fronte ucraino. Truppe russe nel Donbass, Kiev teme l'invasione
Altri dettagli:
L'HuffPost ESTERI

L’allerta per le intenzioni della Russia si è accesa a causa del recente e massiccio spostamento di truppe russe vicino al confine con l’Ucraina.

Gli Stati Uniti sono particolarmente allarmati da questi movimenti insoliti: secondo funzionari dell’esercito e dell’intelligence Usa, le manovre potrebbero essere il presagio di un’operazione militare sul fianco orientale del Paese.

Gli Usa e altri Paesi Nato – denuncia il Cremlino - hanno iniziato a inviare a Kiev istruttori militari, insieme a sistemi d’arma. (L'HuffPost)

Se ne è parlato anche su altre testate

L’approccio della Nato, ha spiegato il segretario generale “rimane lo stesso, crediamo che dobbiamo rimanere fermi sulle nostre posizioni ma allo stesso tempo crediamo in un dialogo significativo e chiediamo alla Russia di dialogare” Per questo continuiamo a chiedere a Mosca una de-escalation”. (LaPresse)

Kiev è altrettanto indispensabile, come cuore storico ed economico del paese e dell’antica Rus’. A Mosca, da sempre, solo la forza è rispettata e considerata (East Journal)

Ma il botta e risposta continua: il Cremlino nelle ultime ore ha lanciato accuse ai media statunitensi di totale disinformazione sugli eventuali attacchi militari delle truppe russe Foto preoccupanti su cui poche ore fa la Russia ha fornito le sue prime dichiarazioni: nessuna intenzione di attaccare l’Ucraina, nessun piano aggressivo in preparazione. (Open)

Putin, Kiev e la guerra per la popolarità

La scorsa settimana, il direttore dell’intelligence nazionale degli Stati Uniti, Avril Haines, ha visitato Bruxelles per discutere con gli ambasciatori della NATO. Ufficiali dell’intelligence negli Stati Uniti sono sempre più convinti che la Russia stia contemplando un’ampia azione militare in Ucraina (Startmag Web magazine)

Se dopo tutta la retorica occidentale sul sostegno all’Ucraina, gli Stati Uniti e la NATO stanno a guardare e non fanno nulla mentre l’Ucraina è schiacciata, il danno alla credibilità degli Stati Uniti sarà molto grave e sarà seriamente notato a Pechino. (L'Indro)

Lo stesso presidente ucraino Volodymyr Zelensky ha spesso scelto di reagire con understatement: nel poker della propaganda, mostrarsi spaventati e allertati avrebbe fatto il gioco di Mosca (La Stampa)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr