Polonia -Bielorussia, è stallo diplomatico: stoccate da Bruxelles

Polonia -Bielorussia, è stallo diplomatico: stoccate da Bruxelles
euronews Italiano ESTERI

Ma da Bruxelles, le stoccate partono anche in direzione Varsavia.

L'ennesimo smacco alle ambizioni diplomatiche di Minsk è arrivato da Peter Stano, principale portavoce dell'UE per gli affari esteri e la sicurezza.

Il presidente bielorusso Alexander Lukashenko ha criticato duramente Bruxelles, che continua rifiutare di riconoscere una qualunque interlocuzione a Minsk.

Ad Euronewes, la c**ommissaria europea agli affari interniYlva Johansson** ha detto che la Polonia dovrebbe permettere alle agenzie umanitarie l'accesso alla frontiera

Ma siamo stati molto, molto chiari negli ultimi giorni nel dire cosa faremo riguardo all'assistenza ai migranti e al nostro possibile contributo alla soluzione di questa crisi creata artificialmente". (euronews Italiano)

Ne parlano anche altre fonti

I fatti ci dicono che non è la Bielorussia a “strumentalizzare” i migranti, come predicano l’UE e alcuni altri stati dalle alte tribune Ciò che vale la pena notare è che la Polonia ha inoltrato alla Bielorussia alcune richieste assurde e irragionevoli per consentire i convogli umanitari polacchi in Bielorussia. (L'AntiDiplomatico)

(Andrey Pokumeiko/BelTA via AP) A migrant woman carry her child to a Belarusian doctor near a logistics center at the checkpoint "Kuznitsa" at the Belarus-Poland border near Grodno, Belarus, Wednesday, Nov. (Domani)

"Ma ora il problema più importante non è l'afflusso ma prendersi cura di queste persone: dobbiamo fornir loro assistenza umanitaria". Interviene anche Human Rights watch. Sulla crisi interviene anche Human rights watch che ne ha per Minsk ma non risparmia critiche neppure nei confronti della Polonia (euronews Italiano)

Bielorussia e Nord Stream 2, la relazione Russia-Ue al bivio

Prima di tutto, lo stupore. Non che questa sia la prima volta. (La Repubblica)

Secondo diversi ricercatori di Semantic Visions, azienda digitale che si occupa dell’attività sui social network legata alla crisi dei migranti, il video in questione non è l’unico ad aver portato i migranti al confine nella speranza di un futuro. (Open)

La capacità di districarsi tra crisi bielorussa e futuro del Nord Stream 2 sarà una prova di maturità importante per il Vecchio Continente e, in particolare, per una Germania che nel quadro di una delicata transizione di governo deve mostrare di saper continuare le sue politiche distensive estendendole all’Europa senza sentire condizionamenti di sorta La crisi dei migranti al confine tra Bielorussia e Polonia e le problematiche legate allo stop del gasdotto Nord Stream 2 hanno posto in essere la questione dei nervi scoperti nei rapporti tra l’Unione Europea e i Paesi membri e la Russia e i suoi più diretti alleati. (InsideOver)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr