Bologna, Primo Maggio in piazza. Ma scatta l'allarme estrema destra

Bologna, Primo Maggio in piazza. Ma scatta l'allarme estrema destra
La Repubblica INTERNO

Il Primo Maggio si riprende piazza Maggiore, per la prima volta dall’inizio della pandemia.

Oggi Bologna celebra la festa dei lavoratori con distanziamento, non più di un centinaio di persone, e senza cortei, ma a differenza dell’anno scorso ci sarà un palco vero, con gli interventi dalle 10 dei tre sindacati confederali: Cgil, Cisl e Uil

(La Repubblica)

Su altri giornali

Il punto 1 maggio a Bologna: cosa fare sabato. Piazza dell’Unità e via Matteotti, in cui si riuniranno rispettivamente Usb e i sindacati di base, sempre alle 10. (il Resto del Carlino)

Manifestazione del Primo Maggio (Archivio) Speciali servizi antiassembramenti, antipanico e antiterrorismo e un occhio d’attenzione particolare alla zona dello stadio Dall’Ara dove si svolgerà manifestazione nazionale di Movimento nazionale, partito di estrema destra che ha scelto Bologna per il suo evento in favore dei lavoratori colpiti dalle chiusure e le norme anti-contagio. (Corriere della Sera)

Da una finestra del palazzo dietro al palco qualcuno, per tutta la manifestazione, ha trasmesso canti anarchici e partigiani in segno di protesta, da “Il Galeone” a “Bella ciao”. Il corteo degli antifascisti, partito da piazza Maggiore, ha raggiunto le vicinanze di piazza della Pace fermandosi in via Montefiorino dove per circa un’ora ha fronteggiato la polizia senza però cercare lo scontro. (LaPresse)

Primo maggio, destra in piazza a Bologna, dai balconi suona “Bella ciao”

Al titolare sanzione di 3.500 euro e segnalazione all’Azienda unità sanitaria locale A Bologna, una persona di 25 anni si è presentata negli uffici della Stazione Carabinieri di Bologna Indipendenza sprovvista della mascherina di protezione. (il Resto del Carlino)

Un Primo Maggio senza corteo, con una manifestazione statica che ha radunato cira trecento persone in piazza Unità (secondo stime della Questura), organizzata da Cgil Cisl e Uil. Presenti qualche decina di persone e alcuni esponenti dell’estrema destra quali Almerigo Esposito (Forza Nuova) e Fabio Tuiach (TriestePrima)

Una notte 'caldissima' dal punto di vista del caos e dei controlli in varie parti di Bologna e con le forze dell'ordine costrette agli straordinari per disperdere gli assembramenti: piazza Verdi, piazza San Francesco, piazza Puntoni su tutti. (Il Resto del Carlino)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr