Terremoto 2009, 12 anni dopo: la luce dell'Aquila per ricordare e sperare

Terremoto 2009, 12 anni dopo: la luce dell'Aquila per ricordare e sperare
ilmessaggero.it INTERNO

Immediatamente dopo, con il prefetto, Cinzia Torraco, e il cardinale, ha reso omaggio alle lapidi delle vittime del terremoto nella Cappella della memoria situata all’interno della chiesa.

L'ALA - L'Aquila ricorda le 309 vittime del sisma che la notte tra il 5 e 6 aprile 2009 colpì il capoluogo d’Abruzzo e altri 56 comuni.

Il dispositivo è rimasto acceso sino alle ore 3:32, ora della devastante scossa di terremoto che fu registrata nella notte del 6 aprile 2009. (ilmessaggero.it)

Ne parlano anche altri media

«Roma non dimentica la tragedia del terremoto de L'Aquila del 2009» ha scritto la sindaca «La casa dello studente rappresenta uno dei simboli tra i piu' dolorosi del terremoto che ha colpito L'Aquila nel 2009. (La Stampa)

In occasione del 12esimo anniversario del terremoto dell’Aquila, il presidente della Regione Marco Marsilio ha partecipato stamane alla commemorazione delle vittime davanti alla casa dello studente. E ancora: “Tutto questo ci aiuta a sperare nonostante un anno di pandemia che ha aggravato una situazione socio economica già difficile da affrontare. (IlPescara)

Gli affetti e l’amore per la famiglia, i figli ed il partner sono senza dubbio il centro della tua vita. 2009 – Violento terremoto in Abruzzo, avvertito in tutto il centro Italia; devastati L’Aquila e buona parte dei paesi vicini. (TrevisoToday)

Marsilio ricorda il terremoto dell’Aquila: “La casa dello studente è uno dei simboli più dolorosi”

Nella notte tra il 5 e il 6 aprile 2009 una scossa di terremoto di 5.8 gradi localizzata a pochi chilometri da L’Aquila, causò 309 vittime e 1900 feriti. “Nessuno di noi può e deve dimenticare”, ha scritto su Twitter il sindaco Pierluigi Biondi, “ma negli occhi dei nostri ragazzi leggiamo un nuovo racconto. (Il Fatto Quotidiano)

Non c’è però causa pandemia, per il secondo anno consecutivo, la fiaccolata notturna tra le strade della città per ricordare i 309 morti del sisma che colpì dodici anni fa L’Aquila e l’Abruzzo. Per le opere pubbliche della città, invece, si è da poco superato il giro di boa (Avvenire)

5' di lettura. L'Aquila ricorda le 309 vittime del sisma che la notte tra il 5 e 6 aprile 2009 colpì il capoluogo d'Abruzzo e altri 56 comuni. Dal 6 aprile in poi si susseguono oltre 35mila scosse, una ogni due minuti e mezzo (Il Sole 24 ORE)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr