Dopo l'ultimo viaggio da Cagliari Civitavecchia si allontana

Dopo l'ultimo viaggio da Cagliari Civitavecchia si allontana
La Nuova Sardegna ECONOMIA

Oggi più che mai è necessario un intervento risolutivo nel settore dei trasporti, in questa fase di rilancio economico post pandemia»

Se ne riparlerà – forse – quando i passeggeri saranno di nuovo numerosi e ristabilire il collegamento sarà ancora un affare.

Per ora addio alla tratta in barba alle polemiche e alla presa di posizione, anche dura, della Regione.

Era uno dei simboli della continuità territoriale tra l’isola e il continente. (La Nuova Sardegna)

Ne parlano anche altre fonti

Cagliari - Addio al collegamento via mare tra Cagliari e Civitavecchia, uno dei più antichi (istituito un secolo fa) e un tempo frequentati tra la Sardegna e la penisola. Una rotta che in questa stagione estiva veniva effettuata da Tirrenia in regime di libero mercato (la convenzione con lo Stato è scaduta a luglio). (The MediTelegraph)

“Parecchi trasportatori hanno dovuto fare rotta verso Olbia o Porto Torres per poter raggiungere la penisola - argomenta - con spese ulteriori e non senza disagi”. Come avviene per la tratta Cagliari Civitavecchia e Arbatax Civitavecchia nel periodo autunnale e in quello invernale (Il Sole 24 ORE)

Da oggi non ci saranno più collegamenti, sarà compito della politica provare a trovare una soluzione. Rimettete la nave a Cagliari, è molto importante per i turisti e per chi ci lavoro (Casteddu Online)

Civitavecchia-Cagliari, si apre uno spiraglio. Anzi due

Dal Mims spiegano che «si tra lavorando ad una soluzione per uscire al più presto dall’emergenza». Il Mims al lavoro per tentare di uscire al più presto dall'emergenza. Condividi. . . . . . CIVITAVECCHIA – Si potrebbe andare verso la procedura d’urgenza per salvare in extremis la tratta marittima Civitavecchia-Cagliari sospesa da ieri dopo ben 70 anni. (Civonline)

Già dai giorni scorsi, andando sul sito della Moby-Tirrenia diventava impossibile prenotare un collegamento tra il capoluogo dell’isola e il porto di Roma, lo scalo più importante del Lazio. Ma mentre a livello locale la cosa non sembra suscitare particolare interesse, soprattutto tra le organizzazioni sindacali, in Sardegna è in atto un vero e proprio sommovimento, a livello istituzionale, politico e sindacale (TRC Giornale)

Così il Governo, che fino a 48 ore fa non era stato particolarmente incline a spendere dichiarazioni sulla vicenda, ha finalmente fatto sentire la sua voce. Sembra infatti che siano spuntati due potenziali armatori interessati ad investire per servire la tratta marittima tra Cagliari e Civitavecchia (TRC Giornale)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr