Case a un euro ad Oyace, sei gli immobili interessati al progetto - Aostasera

Case a un euro ad Oyace, sei gli immobili interessati al progetto - Aostasera
AostaSera ECONOMIA

“Case a un euro” potrebbe dunque diventare un’opportunità per ripopolare alcune realtà delle vallate laterali

Arriva anche in Valle d’Aosta “Case a un euro”, l’iniziativa volta a rianimare i piccoli centri in via d’abbandono.

Al momento sono 6 gli immobili interessati dal progetto e sono situati a Oyace, in Valpelline.

Per chi fosse interessato ad acquistare gli immobili, data l’emergenza covid, non è più necessario un sopralluogo, che rimane comunque una possibilità. (AostaSera)

La notizia riportata su altri media

I positivi attuali sono 1.197, + 24 rispetto a ieri, di cui 55 ricoverati in ospedale, 15 in terapia intensiva, e 1.127 in isolamento domiciliare, secondo i dati contenuti nel bollettino di aggiornamento sanitario della Regione. (Adnkronos)

Aosta - Le offerte di lavoro del settore privato provenienti dai centri per l'impiego della Valle d'Aosta e diffuse il 7 aprile 2021. Hotel del Viale Courmayeur. 1 cameriera ai piani. contratto: tempo determinato stagionale orario: tempo pieno caratteristiche del candidato: e’ richiesta esperienza lavorativa nella mansione. (AostaSera)

L'ospedale da campo per i pazienti Covid positivi è pronto a riaprire. "Nelle ultime settimane - ha sottolineato Lavevaz - c'è stato un aumento importante dei contagi e anche dei ricoveri ospedalieri. (Aosta Oggi)

Tlc, Gubitosi (Tim): Troppa litigiosità settore, serve lavorare insieme

I tamponi "drive in" nell'area della Pépinière di Aosta - foto d'archivio. Ma non solo: “Inoltre – aggiunge l’Usl -, si è voluto dare assoluta priorità alla campagna vaccinale, non distogliendo risorse da quella prima missione” (AostaSera)

Sono saliti a 72 i ricoverati all’ospedale Parini di Aosta – 59 (+4) nei reparti Covid – e 13 (-2) in terapia intensiva. I casi positivi totali si attestano a 9.816 di cui 9.514 confermati dal test molecolare e 302 dal test antigenico rapido di terza generazione (gazzettamatin.com)

Interessi che vadano incontro a esigenze di Paese, cittadini e Pubblica amministrazione” Così il ceo di Tim, Luigi Gubitosi, intervenendo al convegno organizzato dal Dipartimento Tlc di Fratelli d’Italia ‘Le Nuove Reti per la crescita, l’industria italiana, cittadini’. (LaPresse)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr