Covid: ci sono alternative al lockdown? Il confronto Italia-Europa su morti, chiusure, Pil. La diretta di Milena Gabanelli

Covid: ci sono alternative al lockdown? Il confronto Italia-Europa su morti, chiusure, Pil. La diretta di Milena Gabanelli
Corriere TV ESTERI

Come hanno reagito i principali Paesi Ue in questi 12 mesi di pandemia?

| CorriereTv. Per contenere i decessi da Covid è essenziale la rapidità con cui si decidono le restrizioni.

Leggi qui l’inchiesta

Milena Gabanelli e Simona Ravizza del Corriere ne discutono con Flavia Riccardo, epidemiologa dell’Iss.

(Corriere TV)

La notizia riportata su altre testate

Dal profilo collegato all'utenza di uno dei partecipanti, un coetaneo della vallata, era partito all'indirizzo dell'intero gruppo un video pedopornografico raccapricciante, con un rapporto sessuale promiscuo, tra più bambine e bambini, verosimilmente girato in Sud America. (Yahoo Notizie)

Il network coprirà sperimentazioni cliniche di candidati vaccini nuovi o adattati alle nuove varianti. Vaccelerate è stato lanciato oggi come parte del piano contro le varianti della Commissione europea per garantire una rete di siti di sperimentazione dei vaccini (di solito ospedali) subito disponibili in tutta Europa. (Il Messaggero)

Intervenendo all'apertura della Conferenza interparlamentare, Ursula von der Leyen ha rivolto un appello ai governi e ai parlamenti nazionali. Anche l'Onu ritiene che se più paesi avessero accesso ai vaccini dimuirebbe la pressione mondiale a causa della pandemia. (Euronews Italiano)

Le falle nella strategia vaccinale che l'Europa non vuole vedere

Statistiche, dati e informazioni utili anche su veronacovid.it Dal 23 gennaio al 22 febbraio 2021 i positivi sono passati da 59.365 a 62.760 (+3.395), mentre gli attualmente positivi nel periodo in esame sono diminuiti di ben 7.546 unità (da 9.646 a 2.100). (Verona In)

Sono stati notificati anche alcuni casi di variante brasiliana e sudafricana, quelle che preoccupano di più per la loro probabile capacità di diminuire l’efficacia dei vaccini. Dal 21 gennaio, i paesi dell’UE hanno osservato un aumento sostanziale del numero e della proporzione di casi della variante B. (Italpress)

Se Gasparotti dice la verità, probabilmente non tutte le dosi prodotte in Europa vengono destinate al mercato europeo secondo gli accordi stipulati con la Commissione Il commissario Thierry Breton punta tutto sull’aumento della produzione dei vaccini, ma questo non risolve i problemi che nell’immediato stanno rallentando le forniture. (L'HuffPost)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr