Via libera dell'Ue al Prosek croato, la Lega annuncia ricorso: «Decisione folle, l'unico Prosecco è quello delle nostre terre»

Via libera dell'Ue al Prosek croato, la Lega annuncia ricorso: «Decisione folle, l'unico Prosecco è quello delle nostre terre»
Il Messaggero Veneto INTERNO

Tutte le parti interessate disporranno di un termine di due mesi a decorrere dalla data di pubblicazione per presentare un'obiezione motivata.

La Commissione europea procederà alla pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale Ue della domanda di registrazione della menzione tradizionale "Prosek" da parte delle autorità croate.

Le norme garantiscono correttezza ed equità tra tutte le parti e mirano ad evitare etichettature che inducano in errore i consumatori»

È quanto scrive lo stesso Esecutivo Ue rispondendo a una interrogazione urgente dell'eurodeputata Mara Bizzotto (Lega). (Il Messaggero Veneto)

Se ne è parlato anche su altri giornali

Siamo pronti a portare i produttori del Prosecco davanti alla Commissione europea a Bruxelles per protesta qualora la Ue dichiarasse la volontà di riconoscere l'indicazione geografica protetta per il vino croato Prosek. (Il Friuli)

La Commissione europea procederà alla pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale Ue della domanda di registrazione della menzione tradizionale "Prosek" da parte delle autorità croate. Si va verso il riconoscimento dell'indicazione geografica protetta per il vino croato. (Il Piccolo)

E non si tratta di giudicare il vino croato in questione perché è un prodotto totalmente differente. Inoltre, tutto questo accade proprio mentre la Corte di Giustizia europea condanna i nomi illegittimi di altri prodotti» (TrevisoToday)

Smacco all'Italia: primo sì della Commissione Ue al Prosek croato

Inoltre, tutto questo accade proprio mentre la Corte di Giustizia europea condanna i nomi illegittimi di altri prodotti» Siamo di fronte a un gravissimo colpo a uno dei pilastri del nostro made in Italy nel mondo, il Prosecco". (il mattino di Padova)

Mentre il presidente del Consorzio Prosecco Doc, Stefano Zanette, promette che "la faccenda non è affatto conclusa" La pubblicazione della domanda in Gazzetta Ue coincide infatti con l'inizio di un periodo di due mesi in cui è possibile presentare obiezioni, che la Commissione analizzerà. (La Sicilia)

È quanto scrive lo stesso Esecutivo europeo rispondendo a una interrogazione urgente dell’eurodeputata della Lega Mara Bizzotto. 2' di lettura. Grande smacco per il vino made in Italy: la Commissione europea ha detto il primo sì al Prosek croato. (Il Sole 24 ORE)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr