Omicidio Elisa Pomarelli: Massimo Sebastiani condannato a 20 anni di carcere

Omicidio Elisa Pomarelli: Massimo Sebastiani condannato a 20 anni di carcere
Fanpage.it INTERNO

Elisa Pomarelli venne uccisa il 25 agosto 2019 nel pollaio dell’operaio a Campogrande di Carpaneto (Piacenza), Sebastiani fu arrestato dopo una breve fuga il 7 settembre.

Secondo la ricostruzione, la giovane donna sarebbe stata uccisa per la sua indisponibilità alle attenzioni di Sebastiani.

Omicidio Elisa Pomarelli: Massimo Sebastiani condannato a 20 anni di carcere Massimo Sebastiani condannato a 20 anni. (Fanpage.it)

La notizia riportata su altri giornali

Abdelkrim Foukahi, accusato dell’assassinio della moglie Damia El Assali nella casa di Borgonovo dove vivevano con i due figli, è stato condannato all’ergastolo. “Venne tradita la fiducia che Damia aveva riposto nel marito tra le mura domestiche, dove doveva sentirsi protetta”, ha detto il pm per motivare la richiesta di pena. (Libertà)

La madre e la sorella di Elisa Pomarelli hanno commentato a caldo: “Non è stata fatta giustizia”. Il giudice per l’udienza preliminare del tribunale di Piacenza, Fiammetta Modica, ha condannato Massimo Sebastiani a 20 anni di carcere. (Libertà)

Le ha fatto eco la madre, la signora Maria Cristina: “Niente mi potrà togliere il dolore, che rimarrà per sempre. Massimo Sebastiani è stato condannato a 20 anni di carcere per l’omicidio di Elisa Pomarelli, la 28enne originaria di Borgotrebbia “rea” di avere respinto una sua avance sentimentale. (Il Sussidiario.net)

Omicidio Damia, condanna all'ergastolo per il marito - piacenzasera.it

Massimo Sebastiani è stato condannato a 20 anni di carcere per l’omicidio di Elisa Pomarelli, la giovane amica che nell’agosto del 2019 venne strangolata e il cui corpo fu nascosto dall’assassino sulle colline in provincia di Piacenza (Gazzetta di Parma)

La famiglia della donna si è costituita parte civile con l’avvocato Wally Salvagnini. Dopo averla ammazzata era scappato con i figli per essere bloccato parecchie ore dopo in autostrada. (IlPiacenza)

E’ la sentenza nei confronti di Abdelkrim Foukahi, il 40enne originario del Marocco accusato dell’omicidio della moglie Damia El Assali, trovata senza vita nella sua casa di Borgonovo l’8 maggio 2019. La sua vettura era stata individuata grazie al sistema di tracciatura targhe dell’autostrada. (piacenzasera.it)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr