Dopo l'aggressione di ieri a Roma anche a Belluno aperta oggi la sede della Cgil

L'Amico del Popolo INTERNO

Dopo l’aggressione di ieri a Roma alla sede nazionale della Cgil da parte di manifestanti no-vax, il sindacato ha aperto le sue sedi di tutta Italia per accogliere tutti coloro che volevano respingere la brutalità dei fatti che hanno coinvolto la Cgil ed esprimerle solidarietà.

Abbiamo fatto vedere il nostro radicamento locale, tra la gente oltre che dentro le fabbriche, per riprendere quella spinta a discutere sui tanti temi sociale ed economici che ci hanno sempre visto protagonisti e che ora ci vedranno intensificare la nostra azione sindacale». (L'Amico del Popolo)

Se ne è parlato anche su altri giornali

Le sedi CGIL di Viterbo e di Civitavecchia oggi sono aperte, così come sono aperte tutte le Camere del lavoro d’Italia in contemporanea con il presidio di Roma, in segno di condanna all’attacco squadrista di ieri, un attacco violento alla democrazia e alla libertà. (TerzoBinario.it)

Noi non giustificheremo mai atti inqualificabili come quelli avvenuti ieri, e ci aspettiamo che ci siano delle conseguenze per chi ha fomentato questo scempio, che va contro la democrazia e la libertà. (BarlettaLive)

Si è trattato di un sit-in pacifico per manifestare solidarietà al sindacato dopo l'assalto squadrista dei no vax di ieri a Roma. Il concentramento oggi era di rappresentanza davanti alla sede provinciale di via Pedrotti a Torino, dove come Cgil Ivrea e Canavese eravamo presenti. (QC QuotidianoCanavese)

politica. 'Lo Stato reagisca' commenta Landini e annuncia per il 16 ottobre una grande mobilitazione nazionale. (TG La7)

Di fronte a un tale affronto alla democrazia non si può rimanere indifferenti: si tratta dell’ennesima dimostrazione della necessità di agire, oltre che di sconcertarsi. "Possibile Abruzzo esprime piena solidarietà e sostegno alla CGIL e condanna fermamente l’attacco squadrista di matrice fascista compiuto ieri, nove ottobre, ai danni della sede nazionale dell’organizzazione sindacale. (Vasto Web)

cronaca. Per il segretario Maurizio Landini quello di ieri è stato dun attacco fascista e chiede lo scioglimento di tutte le formazioni neofasciste. (TG La7)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr