Covid e aeroporti, nuova ordinanza: tamponi obbligatori per chi arriva dall'estero

Covid e aeroporti, nuova ordinanza: tamponi obbligatori per chi arriva dall'estero
TrevisoToday INTERNO

Vediamo peraltro che la campagna vaccinale sta funzionando anche in relazione ai soggetti ricoverati.

«Si tratta di un’attività prudenziale - specifica Zaia - che riguarda in particolar modo alcuni Paesi europei per i quali l’Ecdc, l’European Centre for Disease Prevention and Control, segnala delle criticità.

Perciò - conclude - è necessario che tutti ci mettiamo d’impegno nel collaborare per mantenere viva l’azione di screening nella popolazione»

«Alla luce degli sviluppi della diffusione nel mondo dei contagi da Variante Delta del Covid ho firmato poco fa una nuova ordinanza che istituisce misure di controllo e sicurezza per chi arriva negli aeroporti veneti». (TrevisoToday)

Su altre fonti

“Anche questo – fa notare il Governatore – è un lavoro di prevenzione per evitare sorprese, perchè il virus purtroppo ci ha abituato a cambiamenti repentini di scenario. Vediamo peraltro che la campagna vaccinale sta funzionando anche in relazione ai soggetti ricoverati. (VicenzaToday)

Ordinanza che Zaia aveva già ampiamente annunciato la scorsa settimana. Esordisce così la nota che porta la firma del governatore del Veneto Luca Zaia e con la quale si annuncia un innalzamento delle regole di sicurezza e dei controlli per tutti coloro che arrivano in veneto in aereo e nave. (Corriere della Sera)

I punti Covid regionali restano invece a disposizione gratuitamente e ad accesso libero senza prescrizione per eseguire tamponi molecolari o antigenici anche per tutti coloro che rientrano o fanno ingresso in Veneto dopo un soggiorno all’estero (Roberto Mattiussi - CafèTV24)

Covid, Zaia: "No vax non può fare il medico"

«Si tratta di un’attività prudenziale», specifica Zaia, «che riguarda in particolar modo alcuni Paesi europei per i quali l’Ecdc, l’European Centre for Disease Prevention and Control, segnala delle criticità. (L'Amico del Popolo)

Così il Presidente della Regione del Veneto Luca Zaia formula l’augurio, istituzionale e personale, di pronta guarigione al già campione olimpico di canoa Antonio Rossi, che in prima persona ha seguito fin dall’inizio l’avventura del comitato olimpico veneto-lombardo. (Regione Veneto)

Non è possibile che un medico si dichiari no-vax, altrimenti all'università quando uno studiava i vaccini doveva andarsene dicendo che erano tutte menzogne e andare a fare un altro lavoro". Lo detto in una intervista a ReteVeneta il presidente del Veneto Luca Zaia (Adnkronos)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr