Cloralio idrato, solitudine, i Kennedy: quel giallo dietro la morte di Marilyn Monroe

Cloralio idrato, solitudine, i Kennedy: quel giallo dietro la morte di Marilyn Monroe
ilGiornale.it CULTURA E SPETTACOLO

Marilyn, nella sua fragilità e col suo fascino, ne fu involontaria testimonial: prima della morte dei Kennedy, prima dell’attentato a Martin Luther King, il suo presunto suicidio ha rappresentato per molte persone un grande interrogativo.

Marilyn e la sua morte vanno integrati in un periodo storico molto particolare.

Chi sostiene l’omicidio indica nei fantasiosi mandanti i Kennedy, la mafia o la Cia: l’attrice sarebbe stata uccisa perché sapeva troppo

La morte. (ilGiornale.it)

Ne parlano anche altri media

Hollywood celebra una delle sue icone piu' amate, Marilyn Monroe, di cui oggi ricorre il 60esimo anniversario della morte. Alcuni ammiratori dell'attrice hanno visitato i luoghi simbolo di Hollywood, dal celebre boulevard con la stella che la ricorda, al Teatro Cinese, dove si trovano le impronte delle sue mani, passando per il museo di Hollywood con all'ingresso la statua che la ritrae. (Tiscali Notizie)

Era il 4 agosto 1962 quando la star e sex symbol più famosa di tutti i tempi morì per un’overdose a soli 36 anni. E a settembre è in arrivo su Netflix il film ispirato alla sua vita intitolato Blonde, tratto dal libro di Joyce Carol Oates, diretto Andrew Dominik prodotto da Brad Pitt con Ana de Armas nei panni di Marilyn. (LAPRESSE)

Lacerata da un destino feroce nella sua apparente luminosità, ferita a morte proprio da tutto ciò che l'aveva resa unica: «Ho interpretato Marilyn Monroe, Marilyn Monroe, Marilyn Monroe. La celebrità aveva reso Marilyn la donna più famosa del suo tempo e Norma Jeane la più misconosciuta. (ilmattino.it)

L'altra Monroe: a 60 anni dalla morte Marilyn viene riscoperta come simbolo di empowerment

Passa molto tempo al Beverly Hills Hotel che oggi affitta a peso d'oro il bungalow Marilyn Monroe, in realtà una lussuosa villa nel giardino. Si possono ammirare straordinarie foto di Marilyn Monroe anche alla mostra Forever Marilyn by Sam Shaw - The Exhibition, alla Palazzina di Caccia di Stupinigi, a Torino: aperta fino al 18 settembre (La Stampa)

Un’adorabile vecchietta, da tempo in pensione, sicuramente nascosta in qualche superattico newyorkese (non sarebbe rimasta a Hollywood nemmeno sotto tortura) e inaccessibile ai media e al pubblico come Greta Garbo Oggi siamo qui a celebrare i sessant’anni trascorsi dalla sua scomparsa, il 5 agosto 1962: ma la cosa più sorprendente, osservando la sua biografia, è che potrebbe essere ancora viva. (la Repubblica)

Il 4 agosto moriva Marilyn Monroe e nasceva il suo mito, che sessant'anni dopo possiamo di certo giudicare, se non immortale, sicuramente duraturo. (la Repubblica)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr