Il Roland Garros slitta di una settimana, ma pesta i piedi ai tornei sull’erba

Il Roland Garros slitta di una settimana, ma pesta i piedi ai tornei sull’erba
Più informazioni:
La Gazzetta dello Sport SPORT

La nuova data si accavalla con i tornei di Stoccarda e s’Hertogenbosch (7-13 giugno) , la federtennis francese pensa a un risarcimento economico. Ormai è ufficiale: il Roland Garros slitterà di una settimana e si disputerà dal 30 maggio al 13 giugno e non come previsto in origine dal 13 maggio al 6 giugno.

La Francia è in lockdown fino alla fine di aprile ma la campagna vaccinale va a rilento e i contagi non diminuiscono. (La Gazzetta dello Sport)

Su altri giornali

Il torneo sulla terra rossa parigina, che doveva disputarsi dal 23 maggio al 6 giugno, è stato posticipato di una settimana. Questo slittamento potrebbe consentire agli organizzatori di accogliere un numero maggiore di spettatori, se le restrizioni sanitarie legate alla pandemia di coronavirus dovessero essere allentate. (la Repubblica)

Roland Garros posticipato: le conseguenze. La Federtennis francese spera che da giugno saranno in vigore dei protocolli sanitari più morbidi. Il Roland Garros è stato ufficialmente posticipato di una settimana nella speranza che un maggior numero di tifosi possa essere presente. (SuperNews)

La federazione tennis francese, come spiega la Gazzetta dello Sport, ha in mente di far disputare il torneo parigino con nuovi protocolli sanitari più morbidi che dovrebbero entrare in vigore da giugno Un bel passo in avanti, guardando il bicchiere mezzo pieno. (OA Sport)

Slam parigino posticipato di una settimana

PREMI. ROLAND GARROS – Il montepremi complessivo del Roland Garros è stato ridotto soltanto dell’11% rispetto al 2019 ed ammonterà a circa 44,3 milioni di euro. Qui il link all’articolo originale – pubblicato prima della conclusione del Roland Garros. (Ubi Tennis)

Gli organizzatori del torneo hanno confermato questa mattina quanto anticipato ieri sera dal giornale L’Équipe. L’edizione del 2020 era stata posticipata da maggio a settembre (Corriere del Ticino)

Lo spostamento, seppur lieve, va comunque a toccare in maniera non indifferente il calendario del tennis. Si restringe infatti lo spazio per la stagione sull’erba, con i big - coloro che arriveranno a giocarsi le fasi finali sulla terra parigina - che passeranno quasi direttamente dal Roland Garros a Wimbledon (Ticinonline)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr