Da marzo diluvio di cartelle. Il centrodestra: "Stop subito"

Da marzo diluvio di cartelle. Il centrodestra: Stop subito
ilGiornale.it ECONOMIA

La proposta del centrodestra, appunto, è inserire in questa moratoria non solo gli atti da notificare ma anche quelli già notificati e oggetto di definizione agevolata.

Guadagnare tempo consentirebbe di lavorare su nuovi provvedimenti di grazia, sempre che il centrosinistra sia disponibile all'ascolto

Il saldo e stralcio, conclude, «resta la strada maestra, ma intanto sarebbe già un passo avanti la riduzione del danno». (ilGiornale.it)

Su altri media

La novità del nuovo decreto ristori. Il nuovo decreto ristori potrebbe prevedere una novità. Niente più fondi a pioggia: nel nuovo decreto fiscale i contributi saranno selettivi. (Today.it)

: questo il doppio binario sul quale si è lavorato al Ministero dell’Economia nelle ultime settimana. Si parte da cartelle e ristori con il MEF che visti i tempi stretti deve accelerare. (QuiFinanza)

Tutte le novità allo studio. Oltre alla proroga delle rate rottamazione ter e saldo e stralcio per altri 2 mesi, al ministero dell’Economia si studia una dilazione di due anni delle notifiche Proroga delle rate della rottamazione ter e saldo e stralcio per altri 2 mesi. (Proiezioni di Borsa)

Debiti cancellati per intero: Equitalia azzera milioni di cartelle esattoriali

Per quanto riguarda lo stop dei pagamenti viene ulteriormente modificato il comma 1 dell'articolo 68 del decreto legge 18/2020 (il dl cura Italia). Di pari passo con lo stop di pagamenti e delle notifiche il legislatore ha previsto anche il congelamento dell'attività di riscossione coattiva dei tributi (Italia Oggi)

Le cartelle esattoriali continuano ad agitare le notti degli italiani, alle prese con la peggiore crisi economica dal dopoguerra generata dalla pandemia da Coronavirus. Un condono di mini-cartelle esattoriali fino al 2015 cancellerebbe 55 miliardi di euro di debiti per un totale di 171 milioni di atti (The Italian Times)

Di qui la decisione dell’ormai ex governo giallorosso di evitare di aggiungere ulteriore pressione fiscale ai contribuenti Equitalia, prendendo atto di una sentenza emessa dalla Corte di Cassazione, ha compiuto un passo storico, decidendo di procedere all’azzeramento milioni di cartelle esattoriali. (Consumatore.com)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr