Indian Wells, Berrettini e Sinner avanzano e sono a un turno dal derby

Corriere della Sera SPORT

Il romano, tra i due, è quello che ha faticato di più per avere la meglio (6-4 7-5) del cileno Alejandro Tabilo, n. 184 del mondo: nel game decisivo del secondo set, successivo al break conquistato, Berrettini (che già era andato a due punti dal perdere il set) da 30-0 si è trovato a dover difendere una palla che lo avrebbe mandato al tiebreak, ma nel momento più importante ha ritrovato uno dei suoi colpi, il servizio

di Marco Calabresi. (Corriere della Sera)

Su altri media

L’altoatesino ha dominato contro l’australiano John Millman per 6-2 6-2, controllando il gioco da fondo vista la differente velocità di palla. Una prestazione convincente per Jannik Sinner all’esordio nel secondo turno del Masters1000 di Indian Wells (Stati Uniti). (OA Sport)

La continuità. Crescendo e maturando, Jannik Sinner acquisirà molto probabilmente una sempre maggiore continuità di rendimento. Tuttavia, essendo soltanto quattro gli Slam in calendario ogni anno, non sono molte le occasioni di giocare i cinque set. (Tennis Fever)

Con questo risultato sono arrivati 45 punti in più per il ranking che proiettano Jannik a 3055 punti (n.13 virtuale). Di seguito le proiezioni:. (OA Sport)

Jannik Sinner ha travolto John Millman nel suo esordio al Masters 1000 di Indian Wells. Il tennista italiano ha schiacciato il malcapitato australiano col punteggio di 6-2, 6-2 e ha così staccato il biglietto per il terzo turno (sedicesimo di finale) sul cemento statunitense. (OA Sport)

Non sento molta fatica perché dopo Sofia abbiamo avuto diversi giorni per prepararci al torneo. Per ora voglio essere concentrato su ogni partita e ogni punto che gioco qui in California (Tennis Fever)

Non gli è mai stato così vicino per tutta la partita, che l'altoatesino ha dominato 6-2 6-2 con la sicurezza dei grandi. Continua a macinare vincenti, 26 a 9 contro Millman, costretto a difendere e rincorrere senza mai avere la chance per rientrare in partita. (Tiscali.it)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr