Cartelle esattoriali, verso nuovo stop - Tgcom24 Video

Cartelle esattoriali, verso nuovo stop - Tgcom24 Video
Mediaset Play ECONOMIA

€ 500.000.007,00 int.

p.A. Business Digital – P.Iva 03976881007 – Tutti i diritti riservati – Per la pubblicità Mediamond S.p.a. RTI spa, Gruppo Mediaset – Sede legale: 00187 Roma Largo del Nazareno 8 – Cap.

– Registro delle Imprese di Roma, C.F.06921720154

(Mediaset Play)

La notizia riportata su altri media

Entro l’anno, dopo lo sblocco del 31 agosto, è previsto l’invio di 4 milioni di cartelle affidate all’agente di riscossione in prossimità dell’avvio della sospensione, rispetto ai 20-25 milioni ferme Lo riferisce l’Ansa anticipando che circa la metà non arriva a 300 euro di importo. (Firenze Post)

Impegno esteso anche a sospendere gli obblighi di accantonamento derivanti dai pignoramenti presso terzi effettuati dall'agente della riscossione. "Da settimane ripetiamo che il sostegno pubblico alla liquidità, anche sul lato tributario, non avrebbe dovuto interrompersi con l'uscita dalla recessione (Tiscali.it)

Numeri che potrebbero non bastare per un nuovo blocco generalizzato, che richiederebbe fino a 4 miliardi. E il governo sembra intenzionato ad accogliere la richiesta. (CASA&CLIMA.com)

Mastrocinque (CAF-Cia): Cartelle esattoriali, nuova rottamazione un danno per chi ha sempre pagato

Sono quattro milioni le cartelle che il fisco manderà a casa degli italiani da qui a fine anno e per circa la metà l’importo medio è inferiore a 300 euro. Cartelle, proroga delle scadenze Nel frattempo il 9 settembre la Camera ha approvato un ordine del giorno al decreto Green pass che impegna il governo a prorogare le scadenze delle cartelle esattoriali riferite al periodo di emergenza Covid. (Corriere della Sera)

(Teleborsa) - "Il sistema della riscossione in Italia va riformato, e questo può essere fatto efficacemente solo all'interno della annunciata riforma fiscale, ma il continuare a ragionare su rinvii, evitando di affrontare e risolvere strutturalmente i problemi continua a non essere un ben segnale e a destabilizzare". (Teleborsa)

«E’ chiaro – prosegue Mastrocinque – che il voto di un ordine del giorno ha esclusivamente un valore politico che però evidenzia (vista la trasversalità) quale sia la volontà politica sul tema, destinata ben presto a concretizzarsi. (Agenpress)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr