Omicidio Voghera, il proprietario del Cafè Cervinia: 'Youns? Non era un vittima ma un aggressore'

Omicidio Voghera, il proprietario del Cafè Cervinia: 'Youns? Non era un vittima ma un aggressore'
Video - La Stampa INTERNO

Anche ieri sera ha cercato di entrare nel locale e ho dovuto respingerlo", ha dichiarato il proprietario del Cafè Cervinia.

Sono rimasto senza parole per quello che è successo", ha spiegato Punturiero

"Abbiamo chiamato più volte le forze dell'ordine per risolvere il problema, ma poco dopo essere arrestato, veniva rilasciato e tornava qui a disturbare la clientela.

"Non voglio parlare di una vittima ma di un aggressore. (Video - La Stampa)

La notizia riportata su altre testate

L'avvocato è assessore alla sicurezza nella giunta di centrodestra guidata dal sindaco Paola Garlaschelli. Adriatici è indagato per omicidio volontario, in attesa che l'autorità giudiziaria valuti l'ipotesi dell'accidentalità dell'accaduto e l'eventuale eccesso nella legittima difesa. (Il Piccolo)

È il marocchino di 39 anni che una fotografia ritrae barcollante in giro per Voghera, la città pavese teatro di una tragedia. A rigor di logica, visto il foglio di via sulla spalle, sarebbe dovuto essere lontano da Voghera (il Giornale)

Da quanto si è appreso Adriatici deteneva regolarmente la pistola con cui ha sparato. Voghera (Pavia) - È stato Massimo Adriatici, avvocato, assessore alla sicurezza del Comune di Voghera (Pavia), a sparare il colpo di pistola che ieri sera, poco dopo le 22, ha ucciso un uomo di 39 anni di nazionalità marocchina. (Il Giorno)

Voghera, il paese della metafora della casalinga ora fa i conti con la cronaca nera dell''assessore sceriffo'

Indagano i Carabinieri Uomo ucciso durante lite, arrestato assessore leghista Voghera Stando alle prime ricostruzioni la vittima - di nazionalità marocchina - stava infastidendo alcuni clienti di un bar, quando Adriatici ha chiamato la polizia. (Rai News)

Non si uccide un ragazzo così, soprattutto un ragazzo con evidenti problemi psichici di cui nessuno si è occupato. Nell'ultimo periodo, raccontano ancora, «in strada come senzatetto, soprattutto dopo che era morta sua madre» (La Provincia Pavese)

Voghera, il paese della metafora della casalinga ora fa i conti con la cronaca nera dell''assessore sceriffo' di Piero Colaprico. (ansa). Una volta, decenni fa, difficile dire se si stava meglio o peggio, ma di certo era molto più difficile immaginare che un assessore, cercando la sicurezza di un paese di per se tranquillo, andasse in giro con una pistola (La Repubblica)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr