Emilia-Romagna, confermati solo gli Open Day vaccinali già programmati

Emilia-Romagna, confermati solo gli Open Day vaccinali già programmati
Libertà ECONOMIA

Confermiamo dunque solo gli Open day già organizzati per i quali abbiamo già le prenotazioni perché il principio che vogliamo seguire è innanzitutto quello di non mandare indietro nessuno e inoltre rappresentano un’opportunità per velocizzare la vaccinazione in corso.

Se ora si cambia decisione da parte delle Autorità competenti ci adegueremo come sempre, sperando che si dica una parola definitiva

Fino ad ora, peraltro – aggiunge Donini – nei nostri Open day sono stati utilizzati prevalentemente vaccini J&J, approvati da Aifa per gli over 18 anche se preferibilmente indicati per le persone con più di 60 anni. (Libertà)

Ne parlano anche altri giornali

Gli appuntamenti non subiranno slittamenti». Lo dichiara l’assessore alla Sanità Pier Luigi Lopalco dopo lo stop, annunciato nella conferenza stampa odierna dal Commissario straordinario per l’emergenza Covid, alle seconde dosi di Astrazeneca per gli under 60 (RuvoLive)

E che ha successivamente portato a una riflessione su eventuali limiti d’età per i più giovani. “In calo le seconde dosi”. (Live Sicilia)

Nel Lazio per esempio sono aperte le prenotazioni per un Open Week a base di AstraZeneca, da oggi fino a domenica. Il problema ora è però che J&J e AstraZeneca rischiano di finire in un binario morto (Fanpage.it)

Vaccinazioni, in Emilia-Romagna confermati solo gli Open day programmati e con le prenotazioni già registrate: solo Pfizer e Moderna

A parlare a nome della famiglia, è la zia della giovane che, seppur provato dall’enorme dolore, non rinuncia a chiarire la questione: «Alessia aveva fatto la prima dose di Moderna ormai quasi un mese addietro, il 15 maggio. (Il Reggino)

Sono circa 37mila le seconde dosi di Astrazeneca programmate per le prossime settimane cittadini under 60: a loro verrà somministrato Pfizer o Moderna secondo le indicazioni nazionali. Parliamo di un quantitativo assolutamente compatibile con le nostre scorte, questa indicazione del Cts non impatterà dunque sulla nostra campagna vaccinale, gli appuntamenti non subiranno slittamenti». (BarlettaViva)

AstraZeneca e Johnson & Johnson continueranno pertanto ad essere impiegati dalle Aziende sanitarie, dai medici di medicina generale e prossimamente anche dai farmacisti esclusivamente per individuare e immunizzare quell’esigua parte di popolazione over 60 che, per varie ragioni, non si è ancora vaccinata pur potendolo fare. (Regione Emilia Romagna)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr