I dettagli dell’operazione Market Place: i nomi dei 39 arrestati

I dettagli dell’operazione Market Place: i nomi dei 39 arrestati
Altri dettagli:
24live.it INTERNO

I colpi, sparati con un fucile, raggiunsero i due uomini, ferendoli agli arti inferiori.

Una disponibilità avvalorata non solo dai ferimenti dai quali l’indagine ha tratto spunto, ma anche dalle conversazioni captate, dalle immagini raccolte e visionate

A testimoniare l’imponenza dell’organizzazione criminale è la definizione data da un collaboratore di giustizia: “la Scampia di Messina”.

Il provvedimento cautelare dispone la misura della custodia in carcere per 26 indagati, quella degli arresti domiciliari per 13 soggetti e quella dell’obbligo di presentazione alla P. (24live.it)

Ne parlano anche altre testate

Ad avvalorare l’imponente quadro indiziario, si aggiungono le dichiarazioni di numerosi collaboratori di giustizia. (Normanno.com)

“La Scampia di Messina”, così la definisce il collaboratore di giustizia Giuseppe Minardi. Sequestri per un valore di 300mila euro. La Squadra Mobile ha ricostruito i patrimoni di alcuni degli indagati e delle loro famiglie (Tempo Stretto)

Nel Settembre del 2016, un altro componente del nucleo familiare degli Arrigo era rimasto vittima di un attentato simile. Altro personaggio emerso dalle indagini, secondo le quali gestiva un punto vendita di droga sempre nello stesso complesso di case popolari, era Gianluca Siavash (Livesicilia.it)

Messina, i dettagli dell'operazione "Market place"

Circa 350 i poliziotti impiegati per l’operazione denominata "Market Place", coordinata dalla Direzione distrettuale antimafia di Messina. Numerosi i pentiti che hanno collaborato all’indagine. (Gazzetta del Sud - Edizione Messina)

Altro personaggio emerso dalle indagini, secondo le quali gestiva un punto vendita di droga sempre nello stesso complesso. di case popolari, era Gianluca Siavash. A controllare il traffico di droga in citta’, oltre al clan Arrigo e alle “cellule” che gravitavano attorno ad esso, era. (Lettera Emme)

A testimoniare l’imponenza dell’organizzazione criminale è la definizione data da un collaboratore di giustizia: “la Scampia di Messina”. per 13 persone nonché il sequestro di immobili (appartamenti e garage-cantine), autoveicoli, motoveicoli e altre utilità economiche. (Lettera Emme)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr