Il piano vaccini strappa il traguardo delle 500 mila dosi in un giorno, le prossime tappe: sotto i 60 anni somministrazioni senza prenotazione

Il piano vaccini strappa il traguardo delle 500 mila dosi in un giorno, le prossime tappe: sotto i 60 anni somministrazioni senza prenotazione
Open SALUTE

Mentre solo Lombardia, Piemonte e Veneto hanno superato il target assegnato, rispettivamente con 111.506 vaccinazioni al giorno rispetto alle 99 mila previste, 46.361 rispetto a 40 mila e 47.341 rispetto a 40 mila.

In ogni caso, è stato quasi raggiunto l’obiettivo di 500 mila vaccinazioni al giorno entro il 29 aprile, che Figliuolo si era prefissato.

Inoltre, una volta messi in sicurezza gli over 65, si potrà passare a vaccinare anche il personale del comparto turistico. (Open)

Ne parlano anche altri media

Per tutti gli altri il ritorno in zona gialla è stato anticipato già alla scorsa mezzanotte. Questo garantirà la prosecuzione della zona gialla anche per la prossima settimana. (ilmessaggero.it)

Secondo il commissario straordinario per l'emergenza coronavirus, il generale Francesco Paolo Figliuolo, l'obiettivo di mezzo milione di somministrazioni al giorno sarebbe vicino. La campagna vaccinale procede e ormai oltre cinque milioni e mezzo di persone hanno ricevuto sia la prima che la seconda dose. (Fanpage.it)

Questo contenuto è riservato agli abbonati 1€ al mese per 3 mesi Attiva Ora Accesso illimitato a tutti i contenuti del sito 3,50 € a settimana Attiva Ora Tutti i contenuti del sito,. il quotidiano e. gli allegati in digitale Sei già abbonato? Ma per tagliare quel traguardo occorre cambiare marcia anche nel modo di somministrare i vaccini, passando dalla fase uno della messa in sicurezza dei fragili alla fase 2 della vaccinazione di massa. (La Stampa)

Vaccini, Figliuolo: “A fine maggio supereremo criterio età e inizieremo immunizzazioni in aziende”

"È come quando si fa la dieta - spiega uno dei più stretti collaboratori di Figliuolo - l'ultimo chilo è il più difficile da perdere Prima di tutto mettere in sicurezza le persone fragili e poi iniziare a pensare alla vaccinazione di massa arrivando a settembre con una vera e propria immunità di gregge. (Liberoquotidiano.it)

Calcolando che gli over 70 hanno appena ieri superato la soglia del 50% degli immunizzati con la prima dose e che il turno dei sessantenni è iniziato solo in alcune regioni, l’obiettivo del Commissario di assicurare la prima dose all’80% di loro sembra ancora lontano. (Il Messaggero Veneto)

E una volta messi in sicurezza gli over 65, ha concluso, si potrà anche passare a vaccinare il personale del comparto turistico. 60% italiani vaccinati entro fine luglio. Per Figliuolo nel nostro Paese entro la seconda metà di luglio, "il 60% delle persone dovrebbe aver ricevuto la prima e la seconda dose, già è una buona immunità. (Fanpage.it)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr