La Lega al Pirellone: "Alitalia più efficiente, ma non svendiamo al low cost"

La Lega al Pirellone: Alitalia più efficiente, ma non svendiamo al low cost
Varesenews ECONOMIA

Italia figlia di un Dio minore: «Quello che l’Europa concede a Lufthansa e ai francesi non è di fatto concesso ad Alitalia».

Lo dicono i consiglieri regionali della Lega e membri della commissione trasporti, Max Bastoni e Silvia Scurati.

«Questa mattina abbiamo portato la nostra solidarietà al presidio organizzato dai lavoratori di Alitalia: il taglio dei voli paventato e la crisi generata dalla situazione pandemica mettono infatti a rischio oltre 6mila posti lavoro». (Varesenews)

Ne parlano anche altre fonti

La realtà degli ultimi anni, coi treni Frecciarossa e di Italo che collegano quasi tutto lo stivale, ha dato uno scossone al trasporto aereo e infatti Alitalia che deteniene circa il 67% degli slot di Linate non sa più come operarli. (malpensanews.it)

E domani, salvo ulteriori aggiustamenti che potrebbero determinare un slittamento di altre 48 ore, il compromesso tecnico finirà sul tavolo della commissione Antitrust europea. L’obiettivo politico è invece di stringere il cerchio in settimana, accogliendo, almeno. (ilmattino.it)

Per questo nessuno esita a parlare di «due pesi e due misure». Questa settimana non è previsto alcun incontro (virtuale) tra la commissaria Vestager e i ministri Daniele Franco (Economia), Giancarlo Giorgetti (Sviluppo economico) ed Enrico Giovannini (Infrastrutture e mobilità sostenibili). (Corriere della Sera)

Alitalia-Ita, per decollare a luglio tagli a slot a Linate e servizi a terra

Il doppio presidio ha coinvolto le sigle sindacali Usb, Cub Trasporti, AirCrewCommitee: a Fiumicino erano un centinaio i lavoratori Alitalia, mentre a Milano il presidio al Pirellone ha coinvolto circa una sessantina di persone. (malpensanews.it)

"Senza luce verde dalla Ue, la nuova Ita, la newco Alitalia, rischia concretamente di non poter decollare". Anche per questo il percorso della newco Ita è costellato di ostacoli. (la Repubblica)

Sul punto l’esecutivo cercherà di ottenere almeno la possibilità di consentire a Ita l’auto produzione dei servizi di terra a Fiumicino e Milano. 6 Aprile 2021. di Umberto Mancini. (ilmessaggero.it)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr