Dopo naufragio nella Manica, altri due barconi con 40 migranti a Dover. Scontro Francia-Uk

Sky Tg24 ESTERI

Nel corso di una telefonata il premier britannico Boris Johnson e il presidente francese Emmanuel Macron "hanno concordato sull'urgente necessità di aumentare i loro sforzi congiunti per impedire questi attraversamenti e fare tutto il possibile per fermare i trafficanti che mettono a rischio la vita" dei migranti, ha affermato un portavoce

Lo ha reso noto Downing Street.

Ansa. Londra e Parigi hanno concordato sull'"urgenza" di aumentare i loro sforzi congiunti per combattere gli attraversamenti "mortali" della Manica da parte dei migranti, dopo il naufragio di ieri. (Sky Tg24)

La notizia riportata su altre testate

I cittadini depongono messaggi e candele. (LaPresse) – Duecento persone circa si sono radunate a Calais, in Francia, giovedì sera, per tributare un omaggio ai 27 migranti morti mercoledì nel tentativo di attraversare la Manica con un gommone. (LaPresse)

Oltre un'ora di colloquio privato tra il presidente francese e il Pontefice. (LaPresse) – Papa Francesco e il presidente francese Emmanuel Macron hanno avuto un colloquio privato lunghissimo, durato un’ora, dalle 11.05 alle 12.05. (LaPresse)

L'arrivo al Palazzo Apostolico. (LaPresse) – Il presidente francese, Emmanuel Macron, a Palazzo Apostolico per un incontro privato con Papa Francesco prima e con il segretario di Stato, Pietro Parolin, e il segretario per i Rapporti con gli Stati, Paul Gallagher in seguito (LaPresse)

Ciononostante, sulla costa meridionale dell'Inghilterra i migranti continuano ad arrivare a centinaia. Sono passati all'azione dopo settimane di proteste per le difficoltà poste dalla Gran Bretagna nel dopo-Brexit alla concessione delle licenze di pesca. (tvsvizzera.it)

Troppi migranti attraversano la Manica passando per la Francia e Londra non ci sta. In una lettera indirizzata al presidente Macron utilizzando il social, il premier britannico Boris Johnson chiede infatti che Parigi si riprenda gli illegali. (la VOCE del TRENTINO)

“Sono sorpreso da certi metodi non seri”, ha dichiarato il presidente della Repubblica francese dopo la firma, a Roma, del Trattato di cooperazione rafforzata con l’Italia. (LaPresse)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr