Auto elettriche: sono più pericolose di un'auto normale? - RED Live

Auto elettriche: sono più pericolose di un'auto normale? - RED Live
Red-Live ECONOMIA

La sicurezza è più importante dell’autonomia. Come da titolo, con questo approfondimento facciamo un po’ di chiarezza su uno dei più importanti aspetti, se non il principale, legato alle moderne auto elettriche: la sicurezza.

La sicurezza è più importante dell’autonomia. La percezione del rischio. Perché un’auto (tradizionale) prende fuoco?

Giganti come Tesla hanno visto le proprie auto incendiarsi suscitando scalpore ma, in particolare quando si parla di sicurezza, è necessario soffermarsi su un’importante verità: nessun tipo di alimentazione è esente da rischi. (Red-Live)

Ne parlano anche altri media

La nuova fabbrica potrà così rispondere a una domanda crescente di batterie, soprattutto per il settore automotive, che aumenterà di 17 volte fino a circa 3.600 Gwh entro il 2030. Il designer di Cambiano collabora anche con Britishvolt per realizzare la struttura in Galles. (Wired.it)

Leggi su gazzetta (Di giovedì 18 febbraio 2021) Produrreper auto elettriche è il business del prossimo futuro e l'Italia si candida a diventare leader europeo del settore ospitando la piùgigafactory d'grazie a, . (Zazoom Blog)

Nell’area ex Olivetti… - Oscar_Savarino : RT @Alberto_Cirio: Il Piemonte attrae nuove imprese. Italvolt realizzerà la prima Gigafactory italiana a Scarmagno. (Zazoom Blog)

Italvolt, la gigafactory sarà in Piemonte. - L'Automobile

La gigafactory di Italvolt, prevede circa 300mila metri quadri e una capacità iniziale di 45 GWh, che potrà raggiungere i 70 GWh. Certo, è necessario attendere gli sviluppi concreti, intanto però l’indotto che potrebbe essere coinvolto sta già pensando ad organizzarsi. (Notizie - MSN Italia)

Il Piemonte è poi la regione storicamente più legata alla grande produzione di automobili. La fabbrica per la produzione e allo stoccaggio di batterie a ioni di litio per veicoli elettrici, nascerà in una zona strategica per collegamenti stradali, autostradali e ferroviari, sia verso Ivrea sia verso Torino. (QN Motori)

La gigafactory italiana - annunciata solo pochi giorni fa da Italvolt, newco fondata da Lars Carlstrom, nei programmi la più grande in Europa – ha trovato definitivamente casa. Lo stesso Carlstrom si sarebbe recato negli ultimi tempi nella zona per visionare il polo in disuso e prendere i necessari contatti con le autorità locali. (l'Automobile - ACI)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr