Cina: +4% Pil quarto trimestre, +8,1% nel 2021

Icona News ECONOMIA

Lo riferisce l’Ufficio nazionale di Statistica, secondo cui l’aumento su base congiunturale è dell’1,6%, meglio dello 0,2% dei tre mesi precedenti e dell’1,1% atteso alla vigilia: malgrado la crescita annuale sia migliore delle stime, “l’economia cinese ha di fronte una triplice pressione, tra cui la contrazione della domanda, lo shock dell’offerta e le aspettative più deboli”, ha messo in guardia l’Ufficio

– La Cina registra nel quarto trimestre un Pil in rialzo del 4% annuo (meno del 4,9% di luglio-settembre), oltre il +3,6% atteso dagli analisti, chiudendo l’intero 2021 con un progresso dell’8,1% che è il più alto in un decennio. (Icona News)

La notizia riportata su altre testate

La crescita è stata del 9,6% nel 2021 rispetto all'anno precedente e del 6,1% nella media degli ultimi due anni. Il PIL cinese e' cresciuto solo del 4% nel quarto trimestre rispetto all'anno precedente, meglio delle previsioni di crescita del 3,8% ma inferiore all'espansione del 4,9% registrata nel terzo trimestre, secondo i dati diffusi dall'Ufficio nazionale di statistica. (Notizie - MSN Italia)

L’economia, gi colpita dalla crisi del debito immobiliare causata dal caso Evergrande con il suo effetto domino, nel quarto trimestre del 2021 ha rallentato, segnando un +4% rispetto al +4,9% del terzo trimestre. (GameGurus)

Nei report sopraccitati, la stampa occidentale equipara l’azzeramento dei contagi al lockdown. Tale equiparazione con il concetto di “azzeramento” non è affatto preciso. (Radio Cina Internazionale)

Cina: La metà dei bambini dei migranti vive lontano dai genitori. Circa la metà dei bambini dei lavoratori migranti cinesi vive separata dai genitori. Nel 2020, solo 256.000 figli di migranti si sono iscritti al gaokao, rappresentando solo il 2,39% di tutti i candidati all’esame di quell’anno (China-Files)

La Cina ha poi rivisto la crescita del PIL 2020 al 2,2% a/a, dal 2,3%. Nel 2021, il tasso di utilizzo della capacità industriale nazionale ha raggiunto il 77,5%, vale a dire 3 punti percentuali in più rispetto a quello dell'anno precedente. (Italia Oggi)

La crescita nel quarto trimestre 2021 è stata appena del 4%, la più bassa dall'inizio della ripresa post-pandemica avviata nel secondo trimestre del 2020. Yue Su, economista cinese presso l'Economist Inteligence Unit ha affermato che il più grande rischio al ribasso per il 2022 è derivante dal crollo dei consumi, per effetto dei blocchi e delle preoccupazioni su Omicron. (Investire.biz)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr