Bitcoin, il crollo: perde il 10% in un giorno

Punto Informatico ESTERI

Crollo Bitcoin: la giornata nera della criptovaluta. Il grafico qui sotto può tornare utile per fotografare il trend al ribasso registrato nel corso delle ultime settimane, con il prezzo di BTC passato da ben oltre 51.000 dollari al livello attuale.

La quotazione non era così bassa fin dalla scorsa estate, più precisamente dal 5 agosto.

È una magra consolazione vedere le altre criptovalute cadere anch'esse a picco: vale per Ethereum (-13% nelle ultime 24 ore), XRP (-10%) e Solana (-13%) solo per fare alcuni esempi

-10% nelle ultime 24 ore, -20% nel mese lasciato alle spalle: è una giornata nera per Bitcoin, scambiato nel momento in cui viene scritto e pubblicato questo articolo a poco più di 38.800 dollari (fonte Coinbase). (Punto Informatico)

Ne parlano anche altre fonti

L’Average Directional Index era vicino alla soglia di 50, implicando un rafforzamento dell’attuale tendenza dei prezzi sul mercato Bitcoin ha perso il suo valore di quasi 7.000 dollari e stava scambiando le mani a 38.233,95 dollari. (Reddito Inclusione Sociale)

Bitcoin, il più grande del mondo Criptovaluta Secondo CoinDesk, venerdì il valore di mercato è sceso al di sotto di $ 37.000, al valore più basso in dollari da agosto 2021. Sotto il peso della politica nutrizionale e di vendita delle azioni di Bitcoin Socks nel 2022. (SannioPage)

Bitcoin infatti, è ora sceso del 16,8% nell'ultima settimana. Dopo aver raggiunto un record di quasi 68.000 dollari a novembre, ora vale meno di 36.000 dollari. (corriereadriatico.it)

La caduta del valore in dollari di Bitcoin venerdì a 20% di calo delle azioni Netflix, Distrugge più di $ 40 miliardi di capitalizzazione di mercato. I prezzi dei bitcoin sono scesi a seguito di un calo del mercato azionario giovedì. (Tele Messina)

Ma i recenti crolli suggeriscono che un potenziale nuovo mercato rialzista con massimi storici potrebbe essere fuori portata In passato siamo sempre stati molto rialzisti e speriamo che il prezzo di Bitcoin salga di nuovo nel primo trimestre del 2022. (SapereFood)

Rendimenti obbligazionari elevati su titoli di stato o su qualsivoglia altra attività a basso rischio sono decisamente più allettanti rispetto alla schizofrenia del crypto-mercato che, sì, ripaga bene, ma il rischio è decisamente elevato e l'andamento è a dir poco aleatorio (HDblog)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr