Covid, varianti minacciose per i più giovani: in aumento i ricoveri

Covid, varianti minacciose per i più giovani: in aumento i ricoveri
Sky Tg24 SALUTE

Secondo gli studiosi, il rischio di ricovero è risultato tre volte maggiore nella fascia 20-39 anni e 2,3 volte più alto in quella 40-59 anni.

Al centro dello studio, l’incidenza delle varianti inglese, sudafricana e brasiliana in sette Paesi europei, compresa l’Italia. La presenza delle varianti inglese, sudafricana e brasiliana in sette Paesi europei, compresa l’Italia, sta facendo aumentare il rischio di ricovero ospedaliero anche tra i più giovani. (Sky Tg24 )

La notizia riportata su altri media

Questi i dati dei singoli nosocomi: 75 a Borgo Roma (di cui 17 in terapia intensiva), 38 a Borgo Trento (di cui 10 in terapia intensiva), 42 a Legnago (di cui 6 in terapia intensiva), 6 a San Bonifacio (di cui 1 in terapia intensiva), 91 a Villafranca di Verona (di cui 9 in terapia intensiva), 1 a Bussolengo e 20 a Negrar (di cui 2 in terapia intensiva). (VeronaSera)

BOLLETTINO CORONAVIRUS ITALIA 3 MAGGIO/ Ministero Salute: 256 morti, 5.948 nuovi casi. Invece il ricovero in terapia intensiva era molto più probabile per la fascia tra 40 e 59 anni. (Il Sussidiario.net)

Cosa dice lo studio sulla pericolosità delle varianti del Coronavirus. In breve, chi contrae il Covid “mutato” ha una maggiore possibilità di essere ricoverato in ospedale. Nel caso della variante sudafricana, il rischio di ospedalizzazione aumenta del 19,3%, quello di terapia intensiva del 2,3%, mentre l’età media scende a 67 anni. (QuiFinanza)

Covid, le varianti aumentano il rischio ricovero anche nei giovani: lo studio

L’attenzione degli epidemiologi si concentra sulle tre varianti del virus SarsCoV2 più diffuse in Europa e indica che tutte, in misura diversa, aumentano il rischio di ricovero anche fra i più giovani. (Giornale di Sicilia)

Rispetto a 7 giorni fa, la settimana inizia con una netta flessione sulla precedente: lunedì 26 i nuovi casi rintracciati erano stati 8.444, circa 2.500 in più del dato odierno. Ben 10 regioni hanno meno di 50 casi, con la Provincia autonoma di Bolzano che ne ha rintracciati appena 5 (Il Fatto Quotidiano)

Dei casi provocati dalle varianti (23.343), quasi 20.000 (19,995) erano dovuti alle varianti che destano preoccupazione, le 'Voc' (Variant og Concern). Con questa variante il rischio di ricovero è fra 3,5 e 3,6 volte maggiore per i gruppi d'età 40-59 anni (in questa fascia aumentano anche le probabilità di ricovero in terapia intensiva) e 60-79 anni. (LaC news24)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr