Viaggio in Slovacchia: Rom e giovani, due incontri significativi

Viaggio in Slovacchia: Rom e giovani, due incontri significativi
Approfondimenti:
Vatican News ESTERI

La scelta del Papa di incontrare proprio questa comunità dei rom ci invita a fare una conversione più profonda verso questa minoranza.

Che cosa attendono i giovani dal Papa, quali parole?

Terzo punto, speriamo che le parole del Papa siano anche una forma di apprezzamento pubblico di tutti coloro che lavorano nella pastorale dei rom in Slovacchia.

L’incontro del Papa con i rom sarà un evento molto significativo per tutta la Slovacchia, non soltanto per la Chiesa. (Vatican News)

La notizia riportata su altre testate

IL CASO Vaticano, c'è un cluster di contagio nella caserma delle. VATICANO Papa Francesco boccia la caserma delle Guardie Svizzere e stanzia 20. I cardinali avevano visionato due differenti progetti: il rifacimento della caserma delle Guardie Svizzere e il rifacimento della caserma dei Gendarmi (ilmattino.it)

Il fedele si perde. "Un'omelia, di solito - ha prescritto -, non deve andare oltre i dieci minuti, perché la gente dopo otto minuti perde l'attenzione, a patto che sia molto interessante "E pensiamo ai fedeli - ha quindi avvertito il Pontefice-, che devono sentire omelie di 40 minuti, 50 minuti, su argomenti che non capiscono, che non li toccano. (Tiscali Notizie)

Così Papa Francesco nella Cattedrale di San Martino dove ha incontrato i vescovi, i sacerdoti, i religiosi, le religiose, i seminaristi e i catechisti dice ancora Papa Francesco. (Rai News)

Papa in Slovacchia: ai giovani, "non facciamo passare i giorni della vita come una telenovela". "Non si vive seduti in panchina"

Prima dell’incontro con i giovani papa Francesco aveva visitato la comunità dei Rom nel quartiere Lunik IX, ringraziandoli per l’accoglienza: “Il Vangelo non va addolcito, non va annacquato Ed ha ribadito che Dio perdona sempre: “Dio perdona sempre… “Dopo ogni Confessione, rimanete qualche istante a ricordare il perdono che avete ricevuto. (korazym.org)

Lo ha spiegato il Papa ai giovani slovacchi, incontrati questo pomeriggio allo stadio Lokomotiva di Kosice, che può contenere fino a 30mila persone. Per fare grande la vita ci vogliono entrambi: amore ed eroismo” (Servizio Informazione Religiosa)

“Non si vive seduti in panchina a fare la riserva di qualcun altro”, ha spiegato il Papa: “No, ciascuno è unico agli occhi di Dio (Foto Vatican Media/SIR). “Non facciamo passare i giorni della vita come una telenovela. (Servizio Informazione Religiosa)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr