“Parla di te stesso”, temi in classe sulla vita degli studenti: violano la privacy? Ecco cosa dice il Garante

Orizzonte Scuola INTERNO

Sta invece nella sensibilità dell’insegnante, nel momento in cui gli elaborati vengono letti in classe, trovare l’equilibrio tra esigenze didattiche e tutela della riservatezza, specialmente se si tratta di argomenti delicati.“

“Parla di te stesso”, temi in classe sulla vita degli studenti: violano la privacy?

Sui temi in classe esiste una FaQ apposita del Garante che così, inequivocabilmente, recita: “Non lede la privacy l’insegnante che assegna ai propri alunni lo svolgimento di temi in classe riguardanti il loro mondo personale. (Orizzonte Scuola)

Ne parlano anche altre testate

Domani mi aspetto una gara molto difficile contro una squadra come il Venezia che è proiettata verso la salvezza”. A meno di ventiquattro ore dalla sfida contro i lagunari, ha parlato in conferenza stampa il tecnico dei toscani Aurelio Andreazzoli. (Calcio In Pillole)

Intanto, avvicinandosi a quella data, diversi restano ancora i nodi sul tavolo, non tutti nelle competenze del ministro Bianchi. Trasporti e ingressi scaglionati. Per quanto riguarda i trasporti, la cui capienza è dell’80%, restano in molti territori grandi problemi (Il Sole 24 ORE)

L’ultima misura in vista del rientro di lunedì è l’acquisto da parte della Regione di 1,2 milioni di tamponi salivari. È sempre di queste ore la notizia che la piattaforma per controllare il certificato verde è realtà (La Repubblica)

Il simbolo della cristianità può essere affiancato, su richiesta, con quelli di altre fedi, nella ricerca di un ragionevole accomodamento che consenta di favorire la convivenza delle pluralità. Iniziativa sgradita ad un professore che considerava l’esposizione una limitazione alla sua libertà di insegnamento all’insegna della laicità e del pluralismo. (Il Sole 24 ORE)

Le due Forze di Polizia dovranno comunque recepire alcune indicazioni dell’Autorità relative all’implementazione delle misure di sicurezza e al tracciamento degli accessi ai dati per rendere i trattamenti pienamente conformi alla normativa sulla protezione dei dati personali trattati a fini di prevenzione e accertamento dei reati (Decreto legislativo n. (LaPresse)

Il problema delle classi in sovrannumero sta continuando a tenere banco, è proprio il caso di dire, nel confronto tra genitori, insegnanti e dirigenti scolastici in diverse realtà della provincia, tra cui Masi Torello. (La Nuova Ferrara)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr