L'infettivologo: «La riduzione delle quarantene è un passo giustificabile»

L'infettivologo: «La riduzione delle quarantene è un passo giustificabile»
Più informazioni:
Ticinonline ESTERI

Perché con Omicron il tempo dal contatto all'infezione è più breve, così come il tempo in cui si è contagiosi.

Il rischio di trasmetterlo diminuisce notevolmente dopo il quinto giorno, mentre il rischio di infezione è aumentato notevolmente.

La task force scientifica federale aveva messo in discussione una riduzione del periodo di quarantena già alla fine del 2020

L'elevato numero di contagi, l'ingente mancanza di personale e il più breve periodo d'incubazione della variante Omicron del virus, ora dominante nel nostro Paese. (Ticinonline)

Su altri media

Inoltre, il 68,8% delle persone con più di 65 anni e il 31,57% della popolazione hanno ricevuto la terza dose. n attesa di sapere come Berna muoverà le prossime pedine in questa lotta alla variante Omicron (con un Paese che conta 150 mila persone in quarantena), l'Ufsp pubblica i numeri nudi e crudi della pandemia in Svizzera. (Ticinonline)

Dal punto di vista della politica sanitaria, una «politica del laissez-faire» non è attualmente giustificabile, sottolinea la CDS. cantoni sostengono la riduzione del periodo di quarantena e d'isolamento, entrambi fissati a cinque giorni, annunciata oggi dal Consiglio federale. (Ticinonline)

«Dopo quasi due anni di pandemia, alcune persone non hanno ancora capito perché dobbiamo isolarci», ha spiegato Jamnicki. Il picco di Omicron tra due settimane. Dal canto suo Tania Sadler ha sottolineato come i numeri raddoppiano ogni 8 o 10 giorni. (Bluewin)

«Prematuro paragonare Omicron a una banale influenza stagionale»

uarantena e isolamento ridotti a cinque giorni e validità del certificato covid limitata a 9 mesi. Ai malati che hanno un decorso grave, ma che possiamo proteggere seguendo le misure del consiglio federale e vaccinandoci». (Ticinonline)

Situazione critica negli ospedali svizzeri. La strategia del Consiglio federale è quella di adottare misure che evitino il sovraccarico degli ospedali e possano al contempo salvaguardare l’economia (varesenews.it)

Un mantra che oramai rimbalza tra diversi Paesi europei, insieme a un altro concetto: «diffusione» Pena la paralisi del Paese: «Presto una persona attiva su sei potrebbe ritrovarsi in isolamento o quarantena». (Corriere del Ticino)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr