Covid in Gb, Johnson: «Green Pass rimane opzione»

Covid in Gb, Johnson: «Green Pass rimane opzione»
Altri dettagli:
ROMA on line INTERNO

Si tratta del cosiddetto "Piano B", che prevede l'obbligo di indossare la mascherina, l'introduzione del Green Pass per una serie di luoghi al chiuso e il ricorso allo smartworking.

Il premier ha inoltre sottolineato che il Paese deve "continuare ad essere molto fiero" del vaccino Oxford-AstraZeneca, definito il "cavallo di battaglia" della campagna di vaccinazione di massa

Il Green pass Covid o i passaporti vaccinali, sebbene al momento esclusi, rimangono "una parte importante del nostro repertorio" e sarebbe "intelligente non escluderli" per accedere a luoghi particolarmente affollati, come i pub. (ROMA on line)

Ne parlano anche altre testate

Per quello che riguarda i test salivari, il piano ministeriale prevede di monitorare almeno 55mila alunni ogni 15 giorni. La mancanza di green pass non permetterà agli insegnanti di accedere all'istituto e a quel punto l'assenza sarà considerata ingiustificata (ArezzoNotizie)

Così il premier britannico Boris Johnson, che sta illustrando la strategia del governo per affrontare la pandemia in autunno e inverno. Pubblicità. Nel piano di 32 pagine, pubblicato oggi, si afferma che il governo “si impegna ad intraprendere qualsiasi azione necessaria per proteggere l’Nhs (il Servizio sanitario nazionale) dall’essere sopraffatto”, ma “le restrizioni economiche e sociali più dannose” verranno prese in considerazione solamente come “ultima possibilità”. (siciliareport.it)

Gestione dell’emergenza Covid negli istituti scolastici, manca il personale. "Dalle verifiche, ai green-pass fino agli accessi, ci sarebbe di auto avere più personale – spiega Isabella Sgarbi, dirigente del ‘Viola Marchesini’ e del comprensivo di Stienta – (il Resto del Carlino)

Covid oggi Gran Bretagna, Johnson: 'Green pass rimane un'opzione'

Così il premier britannico Boris Johnson, che sta illustrando la strategia del governo per affrontare la pandemia in autunno e inverno. (Adnkronos) – I passaporti vaccinali, ovvero il green pass, sebbene al momento esclusi, rimangono “una parte importante del nostro repertorio” e sarebbe “intelligente non escluderli” per accedere a luoghi particolarmente affollati, come i pub. (SardiniaPost)

Si tratta del cosiddetto "Piano B", che prevede l'obbligo di indossare la mascherina, l'introduzione del Green Pass per una serie di luoghi al chiuso e il ricorso allo smartworking. (Tiscali.it)

(Adnkronos) - I passaporti vaccinali, ovvero il green pass, sebbene al momento esclusi, rimangono "una parte importante del nostro repertorio" e sarebbe "intelligente non escluderli" per accedere a luoghi particolarmente affollati, come i pub. (Tiscali.it)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr