Pogacar re del Tour de France, Van Aert vince a Parigi l'ultima tappa

Pogacar re del Tour de France, Van Aert vince a Parigi l'ultima tappa
Per saperne di più:
Sky Sport SPORT

Passerella sui Campi Elisi per il 22enne sloveno Tadej Pogacar, al suo secondo trionfo consecutivo nella Grande Boucle e già ribattezzato, appunto, "il nuovo Cannibale". Condividi:. È stato il giorno della tradizionale passerella sugli Champs Elysees per Tadej Pogacar, ancora padrone del Tour dopo il trionfo del 2020.

Van Aert vince in volata l'ultima tappa di questo Tour, da Chatou a Parigi (108,4 km): per il belga del team Jumbo-Visma è il terzo successo in questa edizione. (Sky Sport)

La notizia riportata su altri media

Con il meraviglioso successo di Wout Van Aert sui Campi Elisi e la vittoria schiacciante di Tadej Pogacar, finisce qui la 108° edizione del Tour de France. La cronaca della 20° tappa – Il confronto tra il Tour e il Giro – Quanto ha guadagnato Tadej Pogacar vincendo il Tour de France? (OA Sport)

Il belga, peraltro, sarà il leader di una delle due Nazionali faro nella prova in linea. Van Aert è indubbiamente il corridore più completo degli ultimi trent’anni. (OA Sport)

A centro strada c’è stata dunque battaglia tutta belga: il campione nazionale Wout van Aert (Jumbo-Visma) è riuscito a prevalere su Jasper Philipsen (Alpecin-Fenix), poi lo stesso Cavendish Un fenomeno assoluto si prende nuovamente la scena, anche nell’ultima tappa, al Tour de France 2021: Wout van Aert dopo aver dominato ieri nella prova contro il tempo oggi si ripete, agguantando il terzo successo parziale, vincendo lo sprint sui Campi Elisi. (OA Sport)

A Parigi il Tour di Pogacar premia Van Aert

Wout van Aert rovina la festa di Mark Cavendish sugli Champs-Èlysèes. Terza vittoria alla Grande Boucle per van Aert, tre vittorie completamente differenti: in montagna con la doppia scalata del Mount Ventoux, a cronometro ieri e in volata oggi. (OA Sport)

Entrambi vengono però in fretta ripresi, e poco dopo, all’inizio dell’ultimo giro, anche i tre fuggitivi vengono riassorbiti dal gruppo. Ovviamente non tardano ad arrivare gli scatti, portando Brent Van Moer (Lotto Soudal), Michal Valgren (EF Education-Nippo) e Ide Schelling (Bora-hansgrohe) a guadagnare una ventina di secondi. (SpazioCiclismo)

Qualcuno è già pronto a scommettere per un suo ritorno al Tour de France per battere il record di tal Eddy Merckx Che resta a Cavendish nel trionfo di un ritorno che avrebbe voluto coronare con una cinquina a Parigi (Cyclinside)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr