M5s, Di Battista rinuncia a iscrizione al Movimento. Fuori anche da Rousseau

M5s, Di Battista rinuncia a iscrizione al Movimento. Fuori anche da Rousseau
Corriere della Sera INTERNO

Sul sistema, a quanti lo cercano, appare: «Non sono disponibili profili per i filtri selezionati».

Già dopo il voto su Rousseau dello scorso 11 febbraio con cui la base pentastellata aveva dato il proprio via libera all’ingresso del M5S nel governo Draghi, l’ex deputato aveva preso le distanze dal Movimento («Da oggi non parlo più a nome del M5S»).

Nelle ultime settimane Di Battista, che del M5S è stato tra i principali protagonisti in questi anni in rappresentanza dell’ala cosiddetta movimentista, si era battuto contro l’ipotesi di un governo Draghi

Alessandro Di Battista è fuori dal Movimento 5 Stell: l’ex deputato si è formalmente disiscritto dai Cinque Stelle. (Corriere della Sera)

Ne parlano anche altri media

Ormai è giunta anche l'ufficialità: Alessandro Di Battista è ufficialmente fuori dal Movimento 5 Stelle. Lo aveva annunciato dopo la votazione che sanciva l'appoggio del Movimento al governo Draghi e la cancellazione del suo profilo dalla piattaforma Rousseau rende effettiva la decisione. (Sputnik Italia)

Da in alto a sinistra, in senso orario: Emanuela Corda, Andrea Vallscas, Pino Cabras, Massimo Baroni, Andrea Colletti e Alvise Maniero. È stata costituita alla Camera la nuova componente «Alternativa c’è» composta dai cosiddetti dissidenti del M5s. (Corriere della Sera)

I dodici sono tra i 21 deputati espulsi dal gruppo M5s per essersi espressi in dissenso rispetto alla fiducia al governo Draghi. È nata a Montecitorio la nuova componente “Alternativa c’è”, composta dagli ultimi espulsi dal Movimento 5 stelle. (Il Fatto Quotidiano)

M5s, causa collettiva contro espulsione. Di Battista fuori dal Movimento e da Rousseau

Ma una corrente è nata eccome: alla Camera dei deputati si è appena costituita la nuova componente "L'alternativa c'è", composta dai dissidenti del Movimento 5 Stelle che hanno deciso di votare contro la fiducia al governo Draghi e per questo sono stati espulsi dal gruppo pentastellato. (Fanpage.it)

A volte avventato Bisogna dare atto a Dibba di essere sempre rimasto nel ruolo che si prese fin dall’inizio della stagione grillina: il gruppettaro capace di rivolgersi alla pancia più movimentista del movimento. (Corriere della Sera)

Nel frattempo Di Battista, secondo fonti parlamentari, è ormai fuori dal Movimento e il suo nome non risulta più sulla piattaforma Rousseau. Di Battista fuori dal M5s e da Rousseau. Alessandro Di Battista non è più iscritto al M5s. (Sky Tg24 )

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr