Omicidio Lequile, Mecaj si esercitava con la pistola. Le foto nel cellulare

Omicidio Lequile, Mecaj si esercitava con la pistola. Le foto nel cellulare
TeleRama News INTERNO

Una volta entrati lo hanno trovato in evidente stato di agitazione, a torso nudo, bagnato e vestito con bermuda.

Tra questi il sequestro nel suo cellulare di quattro foto e di un video che ritraggono il 31enne mentre si esercita con una Beretta con matricola abrasa.

Tenuto sotto torchio per tutta la mattinata di sabato il 31enne è stato sottoposto a fermo dopo qualche ora ma non ha confessato.

In casa è stato trovato anche un caricatore

Mecaj Paulin, 31 anni, nato a Valona ma residente a Lequile, fermato dai carabinieri perché ritenuto la persona che ha impugnato la pistola e ha sparato non era solo. (TeleRama News)

Ne parlano anche altre testate

Lo stesso individuo, era stato visto tornare sui suoi passi senza più nulla in mano. All’arrivo dei carabinieri, in piena notte, l’uomo era in stato di agitazione, col petto bagnato e con solo i bermuda addosso. (LeccePrima)

Il 69enne avverte la presenza alle spalle e si vede minacciato dai due individui armati di pistola e reagisce. Anche in questo momento l'Arma ne sta eseguendo altre (LeccePrima)

L'OMICIDIO Lequile, un fermo per l'omicidio al bancomat. 'OMICIDIO AL BANCOMAT La moglie della vittima: «Ero con lui, è crollato sotto. (quotidianodipuglia.it)

Ucciso al bancomat davanti alla moglie a Lequile, arrestato il presunto killer

C’era anche la pistola che aveva sparato e che Mecaj aveva tentato di nascondere all’interno di una pianta ornamentale Paulin Mecaj, albanese, 31enne, dovrà rispondere, in concorso con un altro soggetto in corso di identificazione, dell’omicidio di Giovanni Caramuscio. (LecceSette)

Fondamentale è stato il racconto drammatico della moglie del pensionato che era con lui negli ultimi istanti della sua vita. Il 31enne aveva immaginato di essere stato ripreso mentre tornava a casa, più o meno alle 23.30. (Leccenews24)

Poi si dileguano a piedi senza prendere il bottino, ma portando via solo il portafoglio abbandonato peraltro a poche centinaia di metri dal bancomat. Per Giovanni non c’è nulla da fare: all’arrivo dell’ambulanza del 118, chiamata dalla moglie terrorizzata, è già morto. (QUOTIDIANO NAZIONALE)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr