Tempesta geomagnetica, allarme per la giornata di oggi: «Possibili blackout elettrici»

Il Messaggero SCIENZA E TECNOLOGIA

La tempesta geomagnetica potrebbe raggiungere un livello considerato come "moderatamente forte", rientrando così nella categoria G2.

Una nuova famiglia di macchie solari, scoperta sulla superficie della nostra stella l'anno scorso, ha scatenato infatti il più grande 'brillamento' solare osservato dagli scienziati negli ultimi tempi

Lunedì 11 Ottobre 2021, 15:03 - Ultimo aggiornamento: 15:42. Una tempesta geomagnetica solare colpirà oggi la Terra. (Il Messaggero)

Se ne è parlato anche su altri media

Potente esplosione solare con nubi di particelle verso la Terra, blackout radio sull’India, cosa sta succedendo? Nubi di particelle con carica elettromagnetica sono state spedite verso la Terra dal Sole. (Centro Meteo italiano)

Inoltre in base al grado di intensità, può verificarsi un rilascio di massa coronale più o meno inteso. Uno tsunami solare potrebbe avere ripercussioni sulla Terra. (Tech Meteoweek.com)

I primi segnali indicano che l'espulsione di massa coronale potrebbe raggiungere la Terra tra l'11 e il 12 ottobre e potrebbe dare luogo a tempeste geomagnetiche anche di una certa intensità, come riporta Today. (Il Messaggero)

L'evento di Carrington: una storica tempesta geomagnetica. . La tempesta solare del 1859, conosciuta anche come Carrington Event, perché l'astronomo inglese Richard Carrington fu il primo ad osservarla, è considerata la tempesta solare più potente registrata nella storia da quando abbiamo dati. (Ilmeteo.net)

Si tratta quindi, una volta raggiunta la nostra atmosfera, di una vera e propria tempesta solare. Scopriamo insieme quali sono le cause che generano una tempesta solare e i danni che può provocare. (Tecnoandroid)

L'agenzia statunitense National Oceanic and Atmospheric Administration (NOAA) ha diramato l'allerta per una tempesta solare il cui brillamento potrebbe avere ripercussioni sul nostro pianeta fino alla giornata di oggi, martedì 12 ottobre. (Telefonino.net)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr