Un'altra musica. Cori per Donnarumma da chi sognava il suo ingaggio (ma ora è troppo tardi)

TUTTO mercato WEB SPORT

Cori per Donnarumma da chi sognava il suo ingaggio (ma ora è troppo tardi). vedi letture. Dai fischi ai cori in meno di quattro giorni.

Cori per Gigio Donnarumma. Erano i cori di quei tifosi che sarebbero potuti diventare la scorsa estate i suoi tifosi.

Perché la politica Juve con l'insediamento di Arrivabene e la promozione di Cherubini è chiara: puntare sui giovani dall'alto potenziale e, soprattutto, con ingaggio sostenibile

Gianluigi Donnarumma ieri pomeriggio allo Juventus Stadium ha vissuto una giornata diametralmente opposta rispetto a quella di mercoledì sera a San Siro. (TUTTO mercato WEB)

Ne parlano anche altre testate

"C'è un po' di delusione perché ho passato otto anni al Milan e quindi è sempre un'emozione tornare a San Siro. Così Gianluigi Donnarumma all'inviato delle Iene che lo ha raggiunto dopo i fischi ricevuti a San Siro nel corso della semifinale di Nations League Italia-Spagna. (Tutto Juve)

?Quindi non meravigliamoci per qualche fischio" Io non ho mai fischiato in vita mia, e mia figlia diceva che non ero un bravo allenatore perché non fischiavo. (Fantacalcio ®)

Questa volta la scelta verrebbe accantonata per evitare altri fischi a Donnarumma. Ora, a parte la considerazione che nonostante gli applausi e l’affetto riscosso a Torino dal portiere del Psg, la resa torinese di Donnarumma non è stata di alto livello. (fcinter1908)

Un tatuaggio di quelli lavabili ma con una promessa ‘strappata a Donnarumma Donnarumma si tatua il Milan sul braccio: “Sempre rossonero”. L’inviato de Le Iene, infatti, gli chiede di tatuarsi lo stemma del Milan sull’avambraccio, proprio lì dove ha inciso la vittoria di Euro 2020. (SerieANews)

Siparietto tra Gianluigi Donnarumma e l'inviato della trasmissione Mediaset: i due hanno parlato di quanto successo durante Italia-Spagna. L'inviato de Le Iene, dopo aver fatto al calciatore un tatuaggio lavabile con lo stemma del Milan, gli ha strappato la promessa di farne uno permanente una volta tornato a Parigi: "Vediamo, vediamo… OK, va bene! (AreaNapoli.it)

– Intervistato da “Le Iene“, Gianluigi Donnarumma torna sui sonori fischi ricevuti mercoledì scorso a San Siro in occasione della partita tra Italia e Spagna. Sono cresciuto qua e sono sempre stato un tifoso milanista, gli otto anni non si dimenticano facilmente. (Europa Calcio)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr