Milan-Inter, ressa e poche mascherine: in 8 mila al derby delle curve e della «disobbedienza»

Milan-Inter, ressa e poche mascherine: in 8 mila al derby delle curve e della «disobbedienza»
Corriere della Sera SPORT

Casi non isolati ma diffusi.

Niente di niente, spettacolo desolante.

Detto degli assembramenti, bisogna aggiungere l’abitudine di non indossare la mascherina.

Mobilitarsi sì, «partecipare» a una sfida così dirimente per la conquista dello scudetto come da epoche non succedeva, ma mantenendo lucidità.

Le forze dell’ordine hanno consigliato, ammonito, invitato, gestendo anche un momento di avvicinamento tra le opposte tifoserie; e però, alla fine, non si possono forse inseguire ottomila adulti, il computo complessivo dei tifosi, come se fossero dei bimbi pestiferi

(Corriere della Sera)

Se ne è parlato anche su altri media

Decisamente peggiore il confronto delle due squadre che nello scorso campionato erano in lotta coi nerazzurri per il titolo: -9 Juventus, -10 Lazio. Rispetto alla passata stagione l'Inter capolista - che ha allungato sul Milan dopo il derby vinto - ha un punto in meno. (Milan News)

Chi sarà riconosciuto, hanno fatto sapere da via Fatebenefratelli, sarà sanzionato con una multa da 400 euro per violazione delle normative anti covid che proibiscono gli assembramenti Non è mancato neanche qualche momento di tensione, con parti delle due fazioni che sono quasi venute a contatto dopo che i tifosi rossoneri hanno inseguito il bus del Diavolo arrivando fin quasi sotto la Nord, dove erano radunati i "cugini". (MilanoToday.it)

L'ipotesi più accreditata è quella di una seduta di allenamento in riviera con lo staff messo a disposizione dal club -Venerdì 5 seduta di allenamento in riviera con lo staff messo a disposizione dal club. (Calciomercato.com)

Pioli valuta il cambio di modulo: ecco quale potrebbe essere la soluzione

Un rossonero pronto all’addio, difficile che rimanga per il futuro. Piove sul bagnato per il Milan, anche perché al momento non è certo nemmeno il rinnovo di Calhanoglu. (MilanNews24.com)

Dietro la Juve corre veloce e Pioli deve trovare una chiave tattica. Antonio Conte è come il lavoratore che ha fatto fortuna, ma preferisce i panni di un tempo alle stoffe pregiate da nuovo benestante. (La Gazzetta dello Sport)

Pioli sta pensando di disegnare un abito tattico diverso per il suo Milan: il 4-4-2 potrebbe essere la mossa giusta in questo momento. E se il Milan cambiasse modulo? Da qui l’idea di adottare un modulo più prudente e più adatto alle esigenze attuali della squadra. (MilanNews24.com)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr