Virginia Raggi al Messaggero: «Un new deal del Centro Italia con i fondi Ue»

Virginia Raggi al Messaggero: «Un new deal del Centro Italia con i fondi Ue»
ilmessaggero.it INTERNO

Roma vuole rivestire un ruolo di primo piano, ponendosi all’avanguardia della rivoluzione sociale ed economica che sta investendo l’intero pianeta.

Abbiamo delle tappe importanti lungo il nostro cammino: il Recovery Fund, il Giubileo del 2025 e la candidatura all’Expo 2030

Un new deal post-Covid può diventare la chiave della ripartenza del Paese dopo la pandemia se saremo in grado di applicare un nuovo paradigma. (ilmessaggero.it)

Se ne è parlato anche su altri media

Piovono grane per le amministrazioni di Lazio e di Roma, le cui sorti per diversi motivi (non tutti dipendenti dai protagonisti della vicenda) risultano incrociate più che mai. INNANZITUTTO IL LAZIO, che ha ritrovato il suo presidente a tempo pieno in Nicola Zingaretti ma registra le dimissioni del presidente del consiglio Marco Buschini, anch’esso esponente del Pd. (Il Manifesto)

De Vito, con le firme dei consiglieri sotto al braccio, si è recato dal Prefetto Piantedosi rivendicando la decisione dell’Aula: «Una denuncia? La mozione, sostenuta anche dal presidente del Consiglio comunale Marcello de Vito del M5s, ha ricevuto la maggioranza con 21 voti a favore, 19 contrari e un astenuto. (leggo.it)

E’ stato lui, infatti, ad annunciare l’intenzione di “scrivere al prefetto” invocando “la pronta applicazione” della mozione sulla ZTL. Tra loro anche i 4 dissidenti, Stefano, Iorio, Terranova e Sturni, formalmente dentro il Movimento, ma nei fatti e nelle parole contro la ricandidatura della sindaca Raggi. (RomaToday)

Dimissioni nel Lazio. A Roma Raggi finisce in minoranza | il manifesto

Lega polemica contro Pacetti: "Un incarico non si nega a nessuno". Ad attaccare il consigliere comunale del M5s la Lega. La replica di Pacetti: "Polemica sterile, ho i titoli e collaborerò". (RomaToday)

Il territorio regionale può sviluppare una propria autonomia nell’attirare i flussi di turisti puntando sulle proprie enormi potenzialità. Il Lazio per i turisti stranieri è spesso Roma, come anche l’Italia è percepita dagli stranieri come Roma, Firenze, Venezia. (RomaToday)

Ma il segreto c’è, per ora è invisibile e si chiama periferie: nei quartieri popolari della capitale la sindaca ha investito, ha operato una miriade di micro-interventi e soprattutto ha coltivato l’immagine di eroina anti-Palazzo. (La Stampa)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr