SALERNO, EFFETTO DOMINO ALTRI DUE ARRESTI, L'AUDIO PRE ELETTORALE TORNA PROTAGONISTA

SALERNO, EFFETTO DOMINO ALTRI DUE ARRESTI, L'AUDIO PRE ELETTORALE TORNA PROTAGONISTA
Più informazioni:
Sergio Vessicchio INTERNO

A finire agli arresti domiciliari per custodia cautelare Gianluca Izzo e Umberto Coscia, rispettivamente l’ex presidente della cooperativa San Matteo ed un suo stretto collaboratore e dipendente.

Nel corso delle perquisizioni domiciliari eseguite, nei confronti di Umberto Coscia e di un altro lavoratore della cooperativa, è stato sequestrato un elenco manoscritto, con nomi di votanti una candidata legata da rapporto coniugale con Gianluca Izzo

I fatti, come detto, sono legati all’audio circolato nelle ore antecedenti il voto a Salerno (Sergio Vessicchio)

Ne parlano anche altri media

Con lui, anche Vincenzo Luciano, capo staff del sindaco nella precedente consiliatura e segretario provinciale del Partito democratico Ipotesi Roberto De Luca. Roberto De Luca sarebbe in corso per la poltrona di vicesindaco. (L'Occhio di Salerno)

Sono stati, poi, disposti gli arresti domiciliari a carico di due persone per 20 giorni. A Salerno, Savastano alle ultime regionali ha ottenuto 16.587 preferenze, risultando il primo della lista del governatore De Luca (Napoli.zon)

A finire ai domiciliari anche qualche pezzo grosso, tra cui Giovanni "Nino" Savastano, ex assessore alle Politiche sociali del Comune di Salerno e attuale consigliere regionale della Campania. "In relazione all'indagine in corso - ha commentato Napoli in una nota - esprimiamo piena fiducia nell'azione della magistratura (Liberoquotidiano.it)

Oltre i titoloni da giustizieri, Nino Savastano un uomo che ha speso una vita per il sociale

In verità, pare che al primo cittadino non venga attribuita alcuna condotta specifica, né alcun interessamento concreto rispetto alla relativa procedura amministrativa. Dopo l’inchiesta giudiziaria sui rapporti tra Comune di Salerno e cooperative, che lo vede coinvolto, il sindaco Vincenzo Napoli chiarisce la sua posizione attraverso una nota a firma dell’avvocato Cecchino Cacciatore. (SalernoToday)

Il primo riferimento a Savastano fu fatto, infatti, da Pisapia nel corso dell’interrogatorio rilasciato il 6 novembre 2000, dunque, in epoca precedente all’ultima competizione elettorale dell’anno 2001. (Cronache Salerno)

Un uomo alla portata di tutti, disponibile e pronto ad accogliere dal primo all’ultimo cittadino bisognoso dei quartieri di Salerno. La notizia che emersa in queste ultime ore, che vede coinvolto in un processo giudiziario il consigliere regionale Nino Savastano, ha generato un sentimento di sconforto, ma anche di vicinanza, per i tanti che hanno avuto la fortuna di conoscere sul campo, in prima linea, il politico nonché uomo, Nino Savastano. (Contattolab)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr