Vaccini, in Sicilia al via prenotazioni per 65-69 anni

Vaccini, in Sicilia al via prenotazioni per 65-69 anni
LaPresse INTERNO

Milano, 8 apr.

(LaPresse) – Ha preso il via da qualche ora, in Sicilia, la campagna di vaccinazione anti-Covid riservata ai cittadini dai 65 ai 69 anni (non ricompresi nei target per i quali sono già in corso le operazioni di prenotazione e somministrazione del vaccino), che da subito potranno avere accesso ai sistemi telematici di prenotazione per richiedere il vaccino AstraZeneca.

Lo comunica la Regione precisando che le procedure sono analoghe a quelle già in atto nel territorio per gli altri target della campagna vaccinale: si può, infatti, adoperare la piattaforma della struttura commissariale nazionale, gestita da Poste Italiane, o attraverso il portale regionale

(LaPresse)

Se ne è parlato anche su altri media

L’obiettivo è verificare che non ci siano persone sottoposte a vaccinazione senza averne diritto in quel momento Le verifiche dei militari si concentreranno sulle autocertificazioni di chi si è presentato nei diversi hub regionali. (La Gazzetta del Mezzogiorno)

Da ieri in Sicilia la campagna di vaccinazione anti-Covid riguarda anche la fascia di età tra i 65 e i 69 anni. ASTRAZENECA IN SICILIA. (Giornale di Sicilia)

Inoltre molti hanno paura di Astra Zeneca per i casi di trombosi verificatisi che sono rari ma possibili. Ognuno sceglierebbe il vaccino che vuole non ci sarebbero problemi nelle prenotazioni com’è successo ad alcuni anziani che sono stati mandati in altre Regioni rispetto a quella di residenza ed anche a Giugno. (Tecnica della Scuola)

Covid, negli hub di Milano 1.133 over80 senza appuntamento: 338 vaccinati

I tecnici sono stati immediatamente allertati e il disservizio è stato risolto poco dopo le ore 11 (anche se alcuni utenti continuano a riscontrare problemi) Fino alle ore 11, però, il sito è risultato non funzionante e non è stato possibile effettuare le prenotazioni: tra le categorie prenotabili per la vaccinazione non era infatti riportata quella degli over 60. (Cuneodice.it)

Somministrazione La somministrazione del vaccino «è riservata ad operatori sanitari» e viene eseguita «in locali idonei». I rischi Deve essere il medico competente a fornire le informazioni e i lavoratori devono rilasciare «il consenso informato» dopo «il previsto triage preventivo relativo allo stato di salute». (Corriere della Sera)

Da mercoledì, raccogliendo l'invito della Regione, potevano presentarsi spontaneamente ai centri vaccinali. (MilanoToday.it)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr