Pil Italia a -17,3% annuo, torniamo ai livelli di ricchezza del 1995

Pil Italia a -17,3% annuo, torniamo ai livelli di ricchezza del 1995
InvestireOggi.it InvestireOggi.it (Economia)

Il prodotto interno lordo dell’Italia è crollato del 12,4% nel secondo trimestre rispetto ai primi tre mesi dell’anno e del 17,3% su base annua.

Ieri, il dato scioccante degli USA, con il pil a -32,9% su base trimestrale, pur meglio delle attese che erano per un crollo in area 34%.

Se ne è parlato anche su altre testate

Nel confronto con il trimestre precedente, il valore del Pil italiano nel secondo trimestre del 2020 risulta essersi ridotto di oltre 50 miliardi di euro. Record negativo: un minimo storico. Con questo risultato del secondo trimestre, spiega l’Istat, il Pil segna «il valore più basso dal primo trimestre 1995». (Ultim'ora News)

È questo il valore annuale che si otterrebbe in presenza di una variazione congiunturale nulla nel III e IV trimestre. La caduta del Pil, spiega ancora, "si colloca all'interno di un contesto internazionale dove le principali economie registrano riduzioni di analoga portata a causa del diffondersi della pandemia". (AGI - Agenzia Italia)

Un crollo del Pil atteso, in linea con quelli registrati in Europa e negli Stati uniti. Male la Germania, che ha raggiunto il - 10,1% su base congiunturale, - 11,7% su base annua. (ilGiornale.it)

In questo modo arriveremo a dicembre con un calo del Pil dell’ordine del -9,5%”. L’Agi ha sentito una serie di esperti per capire come sarà la ripresa dell’economia italiana. (L'HuffPost)

VIX in crescita di quasi tre punti percentuali a quota 24,75 punti, dopo un picco intraday che sfiora i 27 con un balzo di oltre dieci punti percentuali. In calo anche oro (-1%) ed argento (-4%) che consolidano i forti guadagni della seduta precedente. (Il Cittadino on line)

Secondo la stima preliminare dell’Istat, il Pil italiano nel secondo trimestre 2020 crolla del 12,4% sul trimestre precedente e del 17,3% rispetto allo stesso periodo dello scorso anno. A certificarlo è il calo del Pil, che, nella stima preliminare dell’Istat, crolla del 12,4% su base congiunturale e del 17,3% su base annua nel secondo trimestre. (Startmag Web magazine)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr