Dal 2023 sanzioni per chi rifiuta carte di credito e di debito

Il Sole 24 ORE INTERNO

Ascolta la versione audio dell'articolo. 2' di lettura. 2. Sanzioni per commercianti e professionisti che rifiutano pagamenti di qualsiasi ammontare con carte di debito e di credito: la decorrenza della specifica misura, stabilita dal 1° gennaio 2023, e introdotta dall’articolo 19-ter aggiunto in sede di conversione del Dl 152/21 (contenente norme in tema di Pnrr), garantirà un adeguamento graduale sebbene l’obbligo di accettare pagamenti elettronici a mezzo Pos risulti stabilito già dal 30 giugno 2014. (Il Sole 24 ORE)

Se ne è parlato anche su altre testate

L’obbligo è scattato dal 30 giugno 2014, senza però essere accompagnato da una previsione sanzionatoria nei confronti dei trasgressori. L’articolo 19-ter del Dl n. (CASA&CLIMA.com)

a bozza di legge di Bilancio 2022 interviene sulla disciplina appena introdotta dal Decreto antifrodi. (Ratio Quotidiano)

Contributo a fondo perduto perequativo: c’è tempo fino al 28 dicembre. Discoteche chiuse fino al 31 gennaio 2022: ecco tutte le strette in arrivo. Via libera al 5 per mille per le società di mutuo soccorso. (Lavorofisco.it)

Copertura assicurativa solo per chi raccoglie crediti ECM. Per i sanitari che non hanno raccolto almeno il 70% di crediti ECM previsti per triennio formativo utile, la polizza sarà nulla (Odontoiatria33)

Secondo Bankitalia, inoltre, in Italia ci sono 3.5 milioni di POS ed oltre 100 milioni di carte di pagamento La norma che introduce le sanzioni per chi non accetta i pagamenti con carta è inclusa nel testo di conversione in legge del decreto sul Recovery fund. (Tech Princess)

Al via le multe per gli esercenti che non accettano pagamenti in valuta elettronica. Infatti, è stato approvato dalla Commissione Bilancio alla Camera un emendamento al decreto, che converte in legge il PNRR (Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza). (Fulldassi.it)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr