Nba, Kyrie Irving messo fuori squadra dai Brooklyn Nets: a New York chi rifiuta il vaccino non può giocare

Nba, Kyrie Irving messo fuori squadra dai Brooklyn Nets: a New York chi rifiuta il vaccino non può giocare
Il Fatto Quotidiano SPORT

Kyrie Irving, stella della Nba, il massimo campionato di basket mondiale, ieri è stato messo fuori rosa perché non vuole vaccinarsi.

Inizialmente era sembrato che il playmaker – da scettico sul Covid 19 e sui vaccini – potesse però giocare in trasferta e allenarsi al Barclay’s Center.

A fine settembre New York e San Francisco avevano vietato a chiunque non fosse immunizzato di scendere in campo nel perimetro cittadino. (Il Fatto Quotidiano)

Ne parlano anche altri giornali

La decisione societaria infatti è stata quella di tagliare fuori il giocatore a causa della sua scelta. Il giocatore in questione, pochi anni fa avrebbe dichiarato fermamente che la terra fosse piatta. (Corriere CE)

I haven’t committed a crime.” https://t.co/UMy7I1JZcg — Shams Charania (@ShamsCharania) October 14, 2021. Irving: “If you choose to get the vaccine, I support you. Kyrie Irving says tonight on Instagram live: “I’m standing with all those that believe what is right. (Sportando)

Rimarrò in forma, pronto a giocare e a riunirmi ai miei compagni per essere parte di qualcosa di grande. Inizia così la diretta Instagram di Kyrie Irving, giocatore dei Brooklyn Nets, che ha deciso di raccontare ai suoi followers la scelta di non vaccinarsi. (Sky Tg24 )

Basket NBA - Irving: "Non ho commesso un crimine, non sono anti-vax. Lasciare l'NBA? Ho ancora tanto lavoro da fare"

Nella Nhl, sarebbero invece solo quattro di numero, non il 4%, secondo il commissioner, Gary Bettman, gli atleti non vaccinati, su un totale di 700 A scanso di equivoci, i Nets lo hanno messo fuori squadra e c'è già chi lo vede destinato ad altri lidi, dove di vaccino al momento non si parla. (La Sicilia)

Il no al vaccino, come altri sportivi. Lui ha chiesto di rispettare la sua scelta, ma la verità è che adesso rischia di perdere metà del suo stipendio , che ammonta a 35 milioni di dollari, se davvero dovesse rimanere fuori per tutte le partite casalinghe dei Nets più le due di Brooklyn a casa Knicks (verrà invece pagato per quelle fuori casa) (La Gazzetta dello Sport)

Io invece voglio continuare a rimanere in forma, ad essere pronto a giocare, a fare parte di questo mondo. Riguarda solo la mia vita, e quello che decido di fare. (Eurosport IT)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr