Apple Store Turchia, effetto inflazione: iPhone 13 Pro Max da 1.300 a 1700 euro!

HDblog ECONOMIA

E così, appunto, ha fatto per qualche giorno Apple.

Anche l'Apple Store può essere indicatore di una situazione politico-economica ai limiti del collasso.

Andando su apple.com/tr, gli utenti ora non sono più in grado di completare l'acquisto dei prodotti disponibili, che sia un iPhone 13 Pro Max da 256GB di colore argento, un paio di AirPods Pro o un iMac M1 da 24" blu

Una volatilità talmente grave da aver portato diversi negozi online a bloccare le vendite dei propri prodotti. (HDblog)

Ne parlano anche altre fonti

“In Turchia non c’è una politica monetaria indipendente della Banca centrale, c’è invece una forte interferenza politica”. “I cambi al vertice sono un esempio lampante di quelle interferenze politiche nella gestione monetaria che caratterizzano il governo di Erdogan”, assicura Talbot. (L'HuffPost)

I politici all'opposizione hanno accusato Erdogan di aver trascinato il Paese in una crisi e hanno richiesto elezioni immediate, mentre molti economisti hanno definito la politica "spericolata". (Investing.com)

Dopo l’ennesimo crollo della lira turca nei giorni scorsi e l’inevitabile nuovo aumento dell’inflazione arrivata ormai al 20 per cento, Kemal Kilicdaroglu, leader del partito più forte dell’opposizione, il repubblicano laico Chp di ispirazione kemalista, ha esortato la popolazione a prendere parte alla maratona pubblica prevista il 4 dicembre […] (Il Fatto Quotidiano)

Lo ha dichiarato lo stesso presidente, in un videomessaggio trasmesso in occasione del vertice Turchia 2023 organizzato da Turkuvaz Media La Banca centrale ha detto martedì che potrebbe farlo solo in determinate condizioni di «eccessiva volatilità». (Domani)

Da inizio anno ha perso il 42% del valore. La moneta continua la corsa al ribasso con un ulteriore calo del 15%. (Corrispondenza romana)

La lira turca è in caduta libera. È relativamente facile spiegare perché la lira turca è crollata di oltre il 40% quest’anno e di oltre il 300% negli ultimi 15 anni. Affinché una valuta rimanga stabile, è importante che i detentori e gli investitori abbiano fiducia nella banca centrale. (Invezz)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr