"Positivi alla vigilia di Natale, siamo guariti ma non abbiamo Green pass"

Positivi alla vigilia di Natale, siamo guariti ma non abbiamo Green pass
CasertaNews ESTERI

Basti pensare che “non possiamo entrare al bar per prendere un caffè, siamo obbligati a delle rinunce perché siamo ancora senza green pass e nessuno ci dice cosa bisogna fare”.

Ma al momento del tampone negativo il green pass non si è attivato automaticamente e quindi corse tra medici di medicina generale e Asl ma fino ad oggi nessuna risposta ‘definitiva’

Sono risultati positivi al Covid-19 lo scorso 24 dicembre e da quel momento in poi due cittadini di Parete stanno vivendo un vero e proprio calvario. (CasertaNews)

Ne parlano anche altre testate

«Sono da una settimana prigioniera in casa del Covid - avverte sconsolata. Il testo completo di questo contenuto a pagamento è disponibile agli utenti abbonati (ilmattino.it)

Solo ieri è stato bloccato, con una settimana di ritardo. E al contrario il Pass dei genitori, positivi, non è stato sospeso. (ilGiornale.it)

In una situazione simile anche Ludovica che, nonostante il tampone fatto in casa, grazie all'aiuto del medico curante è riuscita ad inserirsi nel sistema di segnalazioni dell'Asp, tra i positivi. A cinque giorni dal contatto con il positivo, Aurora riesce a procurarsi un kit fai-da-te ed esegue il test antigenico rapido. (Giornale di Sicilia)

«Sono pro-vax, ma a breve resterò senza green pass per colpa della burocrazia»

“I fatti: in data 7 gennaio, dopo aver constatato che i miei figli ed io eravamo affetti da sintomi influenzali, ci rechiamo presso un laboratorio analisi per sottoporci a tampone naso-faringeo. Due giorni fa, per curiosità e per noia, scarico l’applicazione del Ministero che consente di verificare la validità del prezioso green-pass e… sorpresa! (Primonumero)

Vari suoi dipendenti, spiega, sono risultati positivi al Covid e come da procedura sono stati messi quarantena dalla Asl. Non solo, secondo quanto ci riferisce, alcuni di loro (visto che non sarebbe stato esplicitamente indicato nella lettera Asl) hanno sbagliato il termine quarantena e hanno autonomamente fatto un sempice tampone in farmacia. (OK!Mugello )

Ovviamente 12 giorni dopo la positività mi ero negativizzata. Trovo tutto questo assurdo, non voglio rischiare la mia salute per un cavillo, sono pro vaccino ma lo voglio fare in sicurezza e nei termini giusti (IlPiacenza)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr